Postiglione: “Dal mio insediamento consegnati 3.100 beni confiscati ai clan”

Postiglione: “Dal mio insediamento consegnati 3.100 beni confiscati ai clan”

0
SHARE
Un momento della cerimonia di onsegna del bene confiscato, prefetto psotiglione, Lo Bello, Bindi

Un momento della cerimonia di onsegna del bene confiscato, prefetto psotiglione, Lo Bello, Bindi
Un momento della cerimonia di onsegna del bene confiscato, prefetto psotiglione, Lo Bello, Bindi

“Dal mio insediamento, il 18 giugno 2014 all’11 giugno di quest’anno, abbiamo consegnato 3100 beni. Un traguardo mai raggiunto e mai sfiorato perche’ abbiamo moltiplicato per sei le consegne degli anni migliori del passato. Sono felice di questo risultato ma lo metto sul tavolo perche’ possa essere preso in considerazione da chi deve decidere come organizzare questa attivita’ nel prossimo futuro”. Lo ha detto Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia nazionale per dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita’ organizzata, intervenuto oggi a Caltanissetta alla consegna di una villa di Vallelunga appartenuta ad un boss e dove fu tenuto prigioniero il piccolo Giuseppe Di Matteo. “Va cambiata l’organizzazione, non e’ compito mio”, ha affermato Postiglione, che ha aggiunto: “Posso solo suggerire e ho la forza, il coraggio e la concretezza per fare delle proposte. Poi decidera’ il Parlamento. Io sono fiducioso. Dobbiamo essere messi nelle condizioni migliori per lavorare perche’ credo che non ci sia in tutto il quadro delle attivita’ delle amministrazioni, un’attivita’ piu’ preziosa, importante e significativa sul piano della cultura e della legalita’ di quella che svolgiamo noi. Aumentare le sedi e stabilizzare il personale, credo che sia una delle priorita'”, ha concluso.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *