Palermo: insulta la sua ragazza, lui lo accoltella nei pressi della stazione

Redazione

Cronaca

Palermo: insulta la sua ragazza, lui lo accoltella nei pressi della stazione

di Redazione
Pubblicato il Giu 8, 2016
Palermo: insulta la sua ragazza, lui lo accoltella nei pressi della stazione

Via Torino, accoltella un ragazzo e scappa: arrestato dopo 20 giorni

La polizia dopo lunghe indagini è riuscita a rintracciare e fermare Magdi Alawam, 19 anni, egiziano, accusato di tentato omicidio. L’aggressione è avvenuta lo scorso 19 maggio in pieno centro, nei pressi di via Torino. Gli agenti del commissariato di polizia “Oreto Stazione” sono intervenuti dopo una segnalazione e hanno trovato un ragazzo nordafricano vistosamente ferito. Nessuna traccia dell’aggressore. Gli agenti, dopo aver soccorso il ferito (ricoverato in prognosi riservata), hanno immediatamente avviato le indagini, fino a risalire alla testimonianza filmata, di un testimone che aveva assistito all’aggressione. Le immagini, realizzate con un telefono cellulare, hanno consentito di ricostruire le fasi salienti della vicenda: l’egiziano ha raggiunto la vittima in via Torino, nei pressi di un’auto abbandonata, utilizzata dal ragazzo come ricovero notturno.

La svolta nelle indagini è arrivata il 31 maggio, quando una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, transitando da corso Tukory “ha notato un ragazzo extracomunitario in compagnia di una coetanea – raccontano dalla questura -. Alla vista degli agenti ha tentato di nascondere il proprio volto con il cappuccio della felpa. Poi ha  proseguito il cammino, ma invertendo repentinamente il proprio senso di marcia e continuando a guardarsi intorno”.

Gli agenti hanno deciso di procedere ad un controllo, ma la coppia nel frattempo è riuscita a dileguarsi. Sono partite le ricerche nella zona, anche con l’aiuto di altre volanti. I due sono stati individuati in un secondo momento in zona Fiera, in via d’Ondes Reggio. I poliziotti hanno notato una vettura in sosta, apparentemente in stato di abbandono.

Là sotto si nascondeva proprio Alawam, ricercato per il tentato omicidio del 19 maggio”. Il ragazzo è stato sottoposto a fermo e portato al “Pagliarelli”. Fermo che è stato poi convalidato dal giudice.

Il giovane adesso si trova in carcere.

 


Dal Web


  • Cronaca

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Cronaca

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Cronaca

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Cronaca

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361