Palermo, interdetto per 12 mesi il patron di Ksm, coinvolto anche figlio

Palermo, interdetto per 12 mesi il patron di Ksm, coinvolto anche figlio

Condividi

I Carabinieri hanno dato esecuzione ad una nuova ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di Rosario Basile, al vertice della societa’ Ksm che opera nel settore della sicurezza. Il provvedimento, emesso dal gip di PALERMO su richiesta del procuratore Francesco Lo Voi e del sostituto Siro De Flammineis, ha riguardato anche altri tre responsabili della societa’. Gli indagati, nell’ambito delle cause civili inerenti al licenziamento di due ex dipendenti dalla Societa’ Ksm e, successivamente, nel corso dell’interrogatorio di garanzia di Rosario Basile davanti al gip, conseguente all’esecuzione di altra misura cautelare nei suoi confronti ed innanzi al Tribunale del Riesame, avrebbero depositato memorie difensive contenenti tabulati telefonici rivelatisi falsi, ovvero alterati, come accertato nel corso delle indagini svolte, traendo in inganno il Giudice del Lavoro di PALERMO, il Giudice per le Indagini Preliminari ed il Tribunale del Riesame. L’esibizione dei tabulati telefonici, in sede di causa civile pendente innanzi al Tribunale di PALERMO – Sezione Lavoro tra la societa’ Ksm e un suo dipendente, aveva determinato il rigetto del ricorso del lavoratore ed il conseguente licenziamento del dipendente. Nei confronti di Rosario Basile, indagato per i reati di errore determinato dall’altrui inganno, falsita’ ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, falsita’ materiale commessa in atti pubblici e frode processuale, e’ stata disposta la misura dell’obbligo di dimora nel Comune di Milano, insieme alla misura del divieto temporaneo di ricoprire uffici direttivi all’interno delle Societa’ Ksm spa e Ksm service srl per la durata di dodici mesi. Mentre nei confronti di Francesco Paolo Di Paola, indagato sempre per gli stessi reati, e’ stato disposto il divieto di dimora nel comune di PALERMO, insieme alla misura del divieto temporaneo di ricoprire uffici direttivi all’interno delle societa’ Ksm spa e Ksm service srl per la durata di dodici mesi. E per Filippo Basile, figlio di Rosario, e Luigi Galvano e’ stato disposto il divieto temporaneo di ricoprire uffici direttivi all’interno delle societa’ Ksm spa e Ksm service srl per la durata di dodici mesi.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *