Palma di Montechiaro, agguato a veterano della “Stidda”: grave Diego Provenzani

Palma di Montechiaro, agguato a veterano della “Stidda”: grave Diego Provenzani

0
SHARE
Diego Provenzani ferito nell'agguato

 Diego Provenzani
Diego Provenzani

Agguato stasera a Palma di Montechiaro lungo la strada che conduce nella frazione balneare di Marina di Palma. Bersaglio dei killer un personaggio molto noto per essere stato indagato, processato e condannato per l’omicidio del maresciallo Giuliano Guazzelli. In appello e in Cassazione venne però assolto perché il maresciallo dei carabinieri lo uccise Cosa nostra e non la Stidda di cui Diego Provenzani, 49 anni, leader del gruppo parallelo a Cosa nostra per molti anni,  ha fatto parte.

Stasera, dunque l’agguato a colpi di pistola calibro 9: un’auto ha affiancato  Provenzani che era alla guida di una moto e qualcuno ancora sconosciuto ha fatto fuoco almeno tre volte, raggiungendo la vittima all’addome e ad un braccio. L’uomo è stato soccorso da alcuni automobilisti e trasportato a Licata nel locale ospedale dove è stato operato. Poi è stato trasferito al San Giovanni di Dio di Agrigento dove si trova ricoverato in gravi condizioni.

Sul grave episodi indagano i poliziotti della Squadra mobile di Agrigento, guidati da Giovanni Minardi e i colleghi del commissariato di Palma comandati dal dott. Angelo Cavaleri. Collaborano anche i carabinieri di palma e del Reparto operativo di Agrigento.

L’agguato di stasera sembra abbia matrice mafiosa e lo testimoniano la personalità della vittima e le modalità di esecuzione. Le indagini sono appena cominciate.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY