Parla il prete scappato con la cassa dei poveri e con l’amante:...

Parla il prete scappato con la cassa dei poveri e con l’amante: “Restituisco tutto”

0
SHARE

E’ una storia che sembra uscita da un libro d’appendice. Invece è accaduta veramente e tre giorni fa lo si è appreso grazie ad un articolo apparso sulla stampa catanese.

I protagonisti sono un palermitano, prete dell’ordine del Camilliani, 44 anni, rettore della “Casa sollievo di San Camillo ad Acireale”, una sua volontaria che prestava l’opera proprio alla casa sollievo, e la cassa della stessa casa. circa 28 mila euro.

Il prete si è innamorato della volontaria e ha deciso di fuggire e appendere l’abito talare al chioso ma si è anche portato via la cassa.

Contro di lui i Camilliani hanno presentato denuncia per appropriazione indebita ma il prete fa sapere che restituirà tutto “non sono fuggito, ho solo deciso di cambiare vita e di lasciare l’abito. Naturalmente lo farò lontano da dove sono stato un prete. Dove nessuno mi conosce. E se ci sono stati ammanchi mi dispiace. Restituirò tutto”.

Ma in attesa della restituzione delle somme la denuncia è già partita e la fuga d’amore potrebbe finire con un arresto o, comunque, con un processo, anche se lui ci tiene a precisare: “Non è stata una fuga d’amore ma una scelta di cambiare vita”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY