Partite di qualificazione a Euro 2016. L’Italia in Azerbaigian

Partite di qualificazione a Euro 2016. L’Italia in Azerbaigian

0
SHARE

Siamo arrivati alla fase decisiva per le qualificazioni a Euro2016. In alcuni gironi i giochi sembrano fatti mentre in altri, i piazzamenti sono ancora tutti da decidere. Nel girone azzurro l’Italia è impegnata in trasferta contro l’Azerbaigian, dove i 3 punti significherebbero qualificazione matematica. Antonio Conte vuole chiudere la pratica per rendere l’ultima sfida con la Norvegia utile solo per il primo posto. L’Azerbaigian è ormai fuori dai giochi, ma gli azzurri devono stare attenti perché, come dimostrano le statistiche dei bookmakers delle scommesse sul calcio Betfair, gli azeri sono reduci da quattro risultati utili consecutivi. Conte non avrà Insigne e Berardi, che hanno lasciato anzitempo il ritiro azzurro. In attacco ci sarà Pellè affiancato dal ritrovato El Shaarawy e da Eder, anche se scalpitano per una maglia Quagliarella, Giovinco, Zaza e Candreva.

 

Nell’altra sfida del girone H, la Croazia arriva alla sfida contro la Bulgaria in una situazione delicata: è passata infatti da un primo posto ormai certo ad una qualificazione in bilico, essendo scesa al terzo posto rischiando di essere condannata ai playoff. Questa regressione è costata cara al tecnico Kovac, che è stato sostituito da Ante Cacic, che ha adesso il compito di portare i biancorossi in Francia. Per farlo servono sei punti contro Bulgaria e Malta, che potrebbero addirittura non bastare. La Bulgaria dal canto suo è avversario ostico anche perché aritmeticamente è ancora in corsa per il terzo posto. La grande sorpresa dell’ultima parte del girone H si chiama Norvegia, che, dopo la grande impresa contro la Croazia, adesso è seriamente candidata a qualificarsi direttamente a Euro 2016. Gli scandinavi tuttavia devono ottenere sei punti contro Malta e Italia per avere la certezza matematica del secondo posto. Iniziare con il piede giusto metterebbe la giusta pressione ai croati.

Serve un successo col minimo sforzo per poi fare l’impresa in Italia. Ovviamente fuori dai giochi ormai da tempo Malta, che ha racimolato la miseria di due pareggi in otto gare: certamente un cammino deludente, anche se le prestazioni sono state buone e per questo la Norvegia non deve sottovalutare gli isolani.

L’OLANDA A UN PASSO DALL’ELIMINAZIONE

Dando uno sguardo agli altri gironi sicuramente risalta agli occhi la drammatica situazione dell’Olanda: un altro passo falso degli orange potrebbe rivelarsi fatale. Gli olandesi, dopo i ko con Islanda e Turchia, sono adesso quarti, a due lunghezze dalla terza posizione. Gli uomini di Hiddink non possono dunque fallire l’appuntamento con i tre punti contro il Kazakistan fanalino di coda del girone. Gli Orange infatti devono ben guardarsi dalla Turchia, ormai in serie positiva da cinque turni. Fatih Terim sogna il sorpasso. Per ottenerlo, dovrà innanzitutto fare l’impresa in casa della Repubblica Ceca, in piena corsa per il primo posto del girone A con l’Islanda ormai qualificata.

Nel girone I è aperta la corsa al secondo e al terzo posto, con il Portogallo ormai in Francia. La favola Albania rischia di avere un finale triste: la sconfitta contro la Serbia ha complicato la situazione degli uomini di De Biasi. Per restare attaccati al treno che porta in Francia, Cana &c. sono chiamati a vincere, e l’occasione in casa del fanalino di coda Armenia è ghiotta. Il -1 dalla Danimarca fa comunque ben sperare.

Nel gruppo B invece grande sfida tra Bosnia e Galles che potrebbe risultare decisiva ai fini dell’esito finale del girone. Il Galles è primo a 18 punti, ad un passo dalla sua prima storica qualificazione ( con Andorra da sfidare nel prossimo turno). La Bosnia invece deve assolutamente vincere per sperare ancora nel terzo posto che significherebbe Play-off. In mezzo a loro il Belgio, che con una vittoria su Andorra metterebbe le mani sulla qualificazione e sul primo posto, nel caso in cui il Galles dovesse perdere in Bosnia.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *