Peschereccio incagliato, “Linosa salvata da potenziale rischio ambientale”

Peschereccio incagliato, “Linosa salvata da potenziale rischio ambientale”

0
SHARE

 

“Probabilmente ieri, i vigili del fuoco di Lampedusa, hanno salvato l’isola di Linosa da un potenziale rischio ambientale, e noi siamo soddisfatti per essere riusciti ad accendere i riflettori sulla piccola isola del Mediterraneo ed avere contribuito a risolvere il problema. Questo è il compito di una seria associazione ambientalista!”.. E’ quanto dichiarato da Caludio Lombardo, resposabile di Mareamico l’associazione ambientalista che aveva lanciato l’allarme di un rischio ambientale che la fuoriuscita di gasolio dal peschereccio “Red Fish” poteva rappresentare. Il peschereccio di 22 metri era andato a finire su alcune secche linosane a pochi metri dalla Pozzolana di ponente. Il personale di bordo è stato tratto in salvo mentre la barca è rimasta in balia del mare per 7 lunghi giorni fino a quando, lo scorso 28 marzo, una mareggiata di maestrale lo ha sbattuto sugli scogli. “La nostra principale preoccupazione – spiega Lombardo – era data dalla presenza a bordo di diverse migliaia di litri di gasolio che, nella malaugurata ipotesi di una falla nella chiglia, si sarebbero potuti riversare in mare inondando la vicina spiaggia, famosa per la ovodeposizione delle tartarughe caretta-caretta, provocando un disastro ambientale. Per fortuna ieri i Vigili del fuoco hanno provveduto a scaricare a terra il carburante contenuto nei serbato”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *