Piccoli segnali positivi, Gabriele continua la sua lotta per la vita: continuano...

Piccoli segnali positivi, Gabriele continua la sua lotta per la vita: continuano indagini

0
SHARE

Continuano le indagini sull’incidente che due domeniche fa ha visto coinvolto Gabrielele Chiaramonti, agrigentino, 36 anni ed una ragazza di 20 anni di Canicattì. Si cerca di capire quali possano essere state le cause che hanno determinato il terribile incidente verificatosi su un rettilineo in Lideo dei Fiori a Menfi. I ragazzi viaggivano su una Smart che è finita rovinosamente fuori strada e si è ribaltata provocando le gravi ferite all’agrigentino che è stato portato successivamente in ambulanza fino a Palermo dove si trova ricoverato.

La procura di Sciacca ha aperto un fascicolo d’inchiesta per vederci chiaro e si moltiplicano gli appelli affichè se vi è qualcuno che ha visto parli.

Intanto cresce la speranza che Gabriele Chiaramonti possa iniziare il suo percorso di lento miglioramento. Piccoli segnali connessi all’attivtà cerebrale sono stati registrati negli ultimi giorni e si spera che la fibra dell’agrigentino possa aiutarlo ad uscire dal coma cerebrale in cui versa.

Buona notizie, invece, per la ragazza canicattinese. Greta, questo il nome della giovane, è stata dimessa dai medici. La stessa ragazza ha subito un interveto chirurgico alla schiena ma le sue condizioni sono parse subito meno gravi di Gabriele e ora si spera che la stessa possa aiutare gli inquirenti a far luce sulle dinamiche del sinistro che l’ha vista coprotagonista.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *