Pirandello a Stoccolma e Oslo: grande successo

Redazione

Agrigento

Pirandello a Stoccolma e Oslo: grande successo

di Redazione
Pubblicato il Set 12, 2017
Pirandello a Stoccolma e Oslo: grande successo

Grande emozionante successo del Pirandello stable festival di Mario Gaziano in Scandinavia.
Alla presenza dell’Ambasciatore Italiano in Svezia, dott. Còspito, e dell’ambasciatore italiano in Norvegia, dott. Giorgio Novello, dinanzi ad un pubblico di altissimo livello – professori universitari di letteratura italiana e di italianistica, con i propri studenti, giornalisti culturali, presidenti nazionali svedese e norvegese delle sezioni nazionali Dante Alighieri, di direttori degli Istituti Italiani di Cultura di Stoccolma, Virginia Piombo e di Oslo, Matteo Fazzi, i traduttori di Pirandello in Norvegia, in sale convegni prestigiose (quella di Stoccolma è stata progettata da Pier Luigi Nervi) stracolme da un pubblico attentissimo e appassionato, che ha sottolineato con applausi prolungati gli interventi degli artisti Antonio Zarcone, Maria Grazia Castellana, Giugiù Gramaglia, le introduzioni dei professori.


Mario Gaziano e Dario Costantino, i video in inglese “Pirandello e la cultura scandinava” e Pirandello e il Cinema Internazionale.
Due manifestazioni articolatissime aperte dal bellissimo video in inglese “Pirandello e la cultura scandinava”, che ha illustrato i punti di contatti di due mondi letterari distanti ma psicologicamente vicini: da Hibsen, a Strinberg, a Ingmar Bergman con rimandi dalla cultura nordica a Pirandello e viceversa, sino a pervenire allea circolarità della nuova letteratura psicologica e psicoanalitica contemporanea fino a Ionesco e Beckett.
E poi il video, applauditissimo, “Pirandello e la cinematografia internazionale” con i grandi da Greta Garbo a Orson Wellws, a Richard Burton, alla Loren e a Mastroianni e alla Cardinale.
Tutti video intersecati dalle intense recitazioni di Giugiù Gramaglia (insuperabile Tararà) Maria Grazia Castellana (commovente e coinvolgente Ersilia Drei di Vestire gli ignudi) e poi i canti siciliani pirandelliani di Antonio Zarcone con la sua voce possente e penetrate e gli interventi di ambasciatori e direttori degli istituti di Stoccolma e Oslo.
Un grande emozionante successo nel nome di Pirandello e di Agrigento.
mi-piace


Dal Web


  • Agrigento

    Operazione Montagna, l’intervista al colonnello Giovanni Pellegrino

    di Diego Romeo
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/lAATr-r11Ss..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Agrigento

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Agrigento

    Incidente mortale tra Aragona e Favara, agrigentino assolto da accuse

    Pubblicato il 22 01 2018

    “Assolto perché il fatto non costituisce reato”: è il dispositivo della sentenza pronunciato dalla VI Sezione Penale della Corte di Appello di Palermo nei confronti di M.C., che in primo grado aveva subito una condanna dal Tribunale di Agrigento a 9 mesi di reclusione. L’uomo era stato riten..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361