Ponte interrotto sulla A19 Palermo-Catania: ispettori accusano l’Anas

Ponte interrotto sulla A19 Palermo-Catania: ispettori accusano l’Anas

337 views
0
SHARE

La relazione degli ispettori nominati dal Ministero delle Infrastrutture all’indomani della frana che ha travolto il viadotto Himera sulla A19 è un atto d’accusa gravissimo, con responsabilità precise all’Anas, ma non solo. Anche la Protezione civile regionale avrebbe qualche responsabilità, avendo giustificato l’emergenza con le “forti piogge” dello scorso aprile”, quando in realtà c’era una lettera inviata ben dieci anni fa dal prefetto Giosuè Marino, che chiedeva lumi su una “segnalazione dell’Anas in merito a una frana nel tratto Himera”. Un rischio frana nella zona del viadotto noto all’Anas addirittura da oltre 40 anni, e conosciuto almeno da 10 anni dalla Protezione civile regionale, senza che nessuno abbia mai mosso un dito. Con il risultato adesso che la Sicilia e tagliata in due. Chiare le conclusioni degli ispettori: “L’Anas era in possesso degli elementi atti ad avere la consapevolezza dell’esistenza, entità e gravità dei fenomeni di dissesto e delle criticità geologiche, ed era a conoscenza dell’aggravio della situazione che nel 2005 ha portato, tra l’altro, alla necessità di realizzare una variante alla strada provinciale”. Anas, secondo gli ispettori, “non risulta abbia provveduto a indirizzare e programmare adeguati controlli finalizzati alla prevenzione del tratto interessato”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *