Porto Empedocle

Porto Empedocle, accusata di evasione, Anna Messina rinviata a giudizio

di Redazione
Pubblicato il Feb 2, 2017

Anna Messina, 38 anni, sorella del boss Gerlandino Messina, ritenuto, fino al momento del suo arresto, il capomafia della provincia di Agrigento, è stata rinviata giudizio e dunque sarà processata con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari. Secondo l’accusa l’empedoclina si sarebbe allontanata  dalla sua abitazione dove è ristretta per una precedente vìcenda giudiziaria. Anna Messina si è sempre difesa dicendo che era uscita per vaccinare la figlia e ha mostrato una documentazione del pediatra che ha in cura la bimba di appena due mesi e che non voleva eludere i provvedimenti a suo carico tanto da inviare un fax, attraverso il suo legale, alle autorità competenti, attraverso il quale avvisava dell’intenzione di recarsi presso il centro di vaccinazione di Porto Empedocle.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361