Porto Empedocle, accusata di evasione dai domiciliari: processo per Anna Messina

Redazione

Porto Empedocle

Porto Empedocle, accusata di evasione dai domiciliari: processo per Anna Messina

di Redazione
Pubblicato il Lug 13, 2018
Porto Empedocle, accusata di evasione dai domiciliari: processo per Anna Messina

E’ accusata di essere evasa quando era detenuta per concorso esterno in associazione mafiosa (ipotesi di reato per il quale è stata scagionata), e dunque dovrà essere processata. Lei è Anna Messina, 39 anni, di Porto Empedocle, sorella del boss ergastolano Gerlandino Messina che deve rispondere di evasione per essersi allontanata, secondo l’accusa, dalla sua abitazione di San Leone dove era ristretta ai domiciliari per la vicenda giudiziaria che l’ha vista imputata e assolta.

Anna Messina si è difesa dicendo di essersi recata presso una struttura medica per vaccinare la figlia e ha prodotto la documentazione relativa. La donna ha spiegato che non voleva violare il provvedimento tanto da aver avvisato le forze dell’ordine circa la sua intenzione di uscire di casa e di andare al centro vaccini di Porto Empedocle.

La difesa di Anna Messina, rappresentata dall’avv. Salvatore Pennica, ha scelto il rito abbreviato, la prossima udienza dovrebbe svolgersi il 19 settembre.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04