Porto Empedocle, anche Salvatore Messina finisce al 41 bis

Porto Empedocle, anche Salvatore Messina finisce al 41 bis

0
SHARE
Salvatore Messina, Porto Empedocle, in una vecchia foto d'archivio

Per sedici anni, nonostante l’ergastolo e nonostante l’appartenenza a Cosa nostra è stato un recluso “normale”. Dall’altro ieri, invece, Salvatore Messina, ergastolano recluso nel carcere di Oristano, fratello di Gerlandino, ultimo boss latitante poi catturato a Favara, è stato sottoposto al regime del carcere duro imposto dall’articolo 41 bis. Il provvedimento è stato firmato dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando ed al momento non si conoscono le motivazioni. A sollecitare il provvedimento del carcere duro è stata la Dda di Palermo e nei prossimi giorni, Messina verrà trasferito in un carcere di massima sicurezza idoneo per far rispettare le nuove e più gravi prescrizioni. Insomma, Salvatore è finito come Gerlandino ma anche Fabrizio, tutti detenuti e tutti sottoposti al 41 bis. Di famiglia mafiosa con radici profonde a Porto Empedocle, oltre ai due fratelli in carcere ha avuto uccisi il padre ed il nonno nel corso della guerra di mafia degli anni 80-90 con la Stidda

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *