Porto Empedocle, controlli sulle spiagge: sequestrato un gazebo e rimosse tende

Porto Empedocle, controlli sulle spiagge: sequestrato un gazebo e rimosse tende

Condividi
I controlli congiunti Guardia costiera e Polizia locale

Controlli congiunti Guardia costiera e Polizia locale
Controlli congiunti Guardia costiera e Polizia locale
I controlli congiunti di  Guardia costiera e Polizia locale
I controlli congiunti di Guardia costiera e Polizia locale
I controlli congiunti Guardia costiera e Polizia locale,
I controlli congiunti Guardia costiera e Polizia locale,
Come da intese con l’Amministrazione Comunale di Porto Empedocle, personale della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di P. Empedocle e del Comando di Polizia Municipale sta effettuando in maniera congiunta controlli preventivi, per gli aspetti di rispettiva competenza, lungo gli arenili del territorio di giurisdizione.

Nella giornata di ieri l’attività è stata condotta presso gli arenili tra Villa Romana e Lido Azzurro, dove è stata riscontrata una situazione tranquilla grazie, soprattutto, al monitoraggio congiunto ed all’attività informativa pianificata dall’Amministrazione Comunale, con il supporto della Guardia Costiera, al fine di evitare criticità lungo le spiagge nel periodo di ferragosto.

Questa mattina i controlli della Guardia Costiera, nell’ambito dell’operazione MARE SICURO 2015, sono stati rivolti alla spiaggia del Kaos, particolarmente frequentata da residenti e turisti, dalla quale sono stati rimossi a scopo preventivo diversi piccoli box e tende installate nella prima mattina. Sempre presso la spiaggia del Kaos i militari della Guardia Costiera hanno provveduto a sequestrare un gazebo di circa 4 mt. x 3 mt., saldamente ancorato a terra ed addossato alla recinzione di sicurezza installata per segnalare l’area demaniale interdetta per movimenti franosi: la struttura (insieme ad un tavolo, otto sedie, uno sgabello in plastica, una griglia portatile e diversi kg di carbone fossile) è stata posta sotto sequestro penale e prontamente rimossa dai militari che, in assenza del proprietario, hanno provveduto ad inoltrare alla Procura della Repubblica di Agrigento una denuncia contro ignoti per il reato di occupazione demaniale abusiva. Infine, una decina di bagnanti sono stati allontanati dall’area interdetta per motivi di sicurezza e tutela della pubblica incolumità.

Ulteriori controlli congiunti saranno svolti tra oggi e domani, sotto il coordinamento delle amministrazioni comunali e dei comandi di polizia municipale di Porto Empedocle e di Cattolica Eraclea (enti locali ai quali, in virtù delle vigenti norme, spetta, nel territorio di rispettiva giurisdizione, un ruolo primario nell’attuazione delle misure di controllo e vigilanza dell’utilizzo dei beni demaniali a fini balneari e turistico-ricreativi), con il concorso di personale della Guardia Costiera.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *