Agrigento

Porto Empedocle e i “furbetti” …… della spazzatura

porto empe 2Perchè a Porto Empedocle si ferma la raccolta dei rifiuti? E’ forse come a Lampedusa dove uno su due non pagano la tassa locale? Questo giornale lo scorso 17.11.2015 aveva dato atto al sindaco di Lampedusa di aver pubblicato i dati che attestavano che in quella Città il Comune non è in grado di far pagare la tassa locale per i rifiuti e diversi furbi o furbastri ( nel periodo 2012,2013 e 2014 a Lampedusa quasi la metà non paga ed il Comune va in difficoltà con scioperi eccc).

Perchè a Porto Empedocle non si pubblicano i dati come ha già fatto Lampedusa? Chi ha interessa a non fare sapere? Può il Segretario Generale del Comune di Porto Empedocle far sapere a tutti, distinti per anni, nel 2012,2013,2014 e 2015 quanto è costato il servizio e quanto ha incassato con la Tari per anno? Forse non pubblicare continuerà ad aiutare furbi e furbastri che non pagano?

Va aggiunto che dal 2016 per definire il costo del servizio di igiene ambientale ( che i cittadini pagano attraverso la Tari) l’art. 7, comme 9, del D.L n 78/2015 impone di mettere tra i costi anche “gli eventuali mancati ricavi relativi a crediti non incassati”.

In pratica, i Comuni, dovendo incassare tanto quanto spendono (e non meno come avviene oggi dovranno far pagare ai cittadini virtuosi (i fessi?) le mancate riscossioni degli anni passati in capo ai furbi che non pagano. Riteniamo sia urgente che anche a Porto Empedocle si comunichi alla comunità la percentuale di chi non paga e se  come avviene già a Lampedusa le percentuali sono di quasi la metà che non pagano non siamo davanti a chi non può pagare ma a chi non vuole pagare ed il Comune anzichè perseguirli si gira dall’altro lato.

Un telefonino, ed in ogni famiglia ve ne sono diversi, costa mediamente tra acquisto e utilizzo diverse centinaia di euro l’anno. Soldi che si trovano mentre non ci sono fondi per i servizi collettivi dell’igiene ambientale. Ciò vuol dire che c’è qualcosa che non funziona nel Comune, chiamato per legge, a vigilare.

Se i dati resi noti dal Comune di Lampedusa (dove uno su due non paga) verranno confermati anche a Porto Empedocle è certo che i furbetti avranno nel Comune un alleato e che la mancata raccolta durerà mesi. 

E’ auspicabile che tutti i Comuni rendano pubblici i dati e il singolo Ufficio Tributi dell’Ente agisca per perseguire gli evasori.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Most Popular

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top