Porto Empedocle, in 10 buttano rifiuti per strada: multati e costretti a riprendersi la “munnizza”

Redazione

Porto Empedocle

Porto Empedocle, in 10 buttano rifiuti per strada: multati e costretti a riprendersi la “munnizza”

di Redazione
Pubblicato il Mag 17, 2018
Porto Empedocle, in 10 buttano rifiuti per strada: multati e costretti a riprendersi la “munnizza”

‘ una lotta senza quartiere quella che stanno “combattendo” congiuntamente, l’amministrazione comunale di Porto Empedocle,  il Comando dei Vigili Urbani e le imprese della Realmarina, contro il malcostume, ancora purtroppo molto diffuso, di gettare rifiuti fuori orario, lungo strade e marciapiedi pubblici, creando così discariche abusive sempre più difficili da ripulire.

Grazie al coordinamento del Comandante dei Vigili Calogero Putrone, nelle ultime due settimane, sono state sanzionate circa 50 persone, con almeno 10 contestazioni avvenute sul posto grazie agli appostamenti di personale in borghese che intercetta sul fatto gli incivili. La maggior parte di queste multe, sono state elevate nel quartiere di Piano Lanterna, nel centro storico, a Ciuccafa e ai Grandi Lavori. Alcuni di questi episodi di abbandono indiscriminato di rifiuti, si sono verificati  durante le ore notturne.

“Nonostante i tanti problemi di organico che abbiamo – spiega il comandante Putrone – cerchiamo comunque, con considerevoli sacrifici, di servire al meglio la città, auspicando che simili gesti di inciviltà che trasformano le strade in pattumiere, possano alla fine scomparire”.

Anche durante questi ultimi servizi, gli uomini del comandante Putrone sono stati strategicamente appostati e via via che gli “incivili” lasciavano il loro carico di rifiuti, li hanno fermati, identificati, gli hanno contestato l’infrazione e poi multati. Dopo il verbale, hanno anche costretto queste persone a ricaricare le auto dei loro stessi rifiuti.

“Il giro di vite messo a punto da Comune e Realmarina – spiega l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi – si prefigge lo scopo di individuare e sanzionare chi, in barba alle precise disposizioni di legge, continua a lasciare i rifiuti di ogni tipo ai bordi di strade e marciapiedi, in periferia come nel centro cittadino impedendo dunque alla raccolta differenziata di crescere in termini percentuali. Vigili ed operatori ecologici continueranno inoltre a cercare  di individuare, attraverso il contenuto dei sacchetti, elementi che possano ricondurre all’identità del trasgressore e di conseguenza a multarlo. A Porto Empedocle, è stato accertato che ci sono zone più interessate di altre da questo triste fenomeno di inciviltà che per quanto minimo, riesce a sporcare la città fornendo un’immagine falsata di quella che è la partecipazione degli empedoclini alla raccolta differenziata”.

 

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04