Presentato a Sciacca “Sicilia archeologica” di Sebastiano Tusa

Presentato a Sciacca “Sicilia archeologica” di Sebastiano Tusa

837 views
0
SHARE
Ruta,Tusa e Lo Bue

Il magistrato Nello Bongiorno che ha animato il dibattito
Il magistrato Nello Bongiorno che ha animato il dibattito
Locandina della presentazione
Locandina della presentazione
Nello Bongiorno
Nello Bongiorno
Sicilia-Archeologica
Sicilia-Archeologica
Presentato al Circolo di Cultura di Sciacca l’ultima ricerca di Sebastiano Tusa, “Sicilia Archeologica”. Il saggista Carlo Ruta e il geologo Franco Lo Bue sono stati gli efficaci presentatori di quest’opera di Tusa. Franco Lo Bue ricercatore, geologo e animatore culturale, è un accreditato studioso dello scultore saccense Filippo Bentivegna al quale ha dedicato un biografia mentre Carlo Ruta da vari decenni opera nei campi della saggistica storica e del giornalismo d’inchiesta.
Negli anni ottanta, interessato alle problematiche dell’industria culturale, ha diretto la rivista bibliografica “Libri meridionali”. Nella seconda parte degli anni novanta ha intrapreso un iter di investigazioni e analisi sui fenomeni criminali in Sicilia. Per supportare la sua attività d’inchiesta, nel 2001 ha aperto il blog «www.accadeinsicilia.net»con riferimento a investigazioni sulla finanza e la politica, oltre che su realtà criminali e mafie poco conosciute dall’opinione pubblica.
I due relatori hanno messo l’accento sui diversi aspetti che formano il libro di Tusa che si apre con un inquadramento storico, archeologico e filosofico sul Mediterraneo antico, per procedere con una serie di studi su tematiche da tempo molto dibattute, tra cui: le forme di religiosità delle popolazioni primitive siciliane; l’insorgenza agro-pastorale nell’isola ossia la transizione tra le società di cacciatori e raccoglitori e quelle di agricoltori e pastori; le antiche colonizzazioni nei microcosmi insulari di Pantelleria e delle Eolie; infine, le radici etniche del popolo siciliano.
Sebastiano Tusa è direttore delle Missioni Archeologiche in Sicilia, Libia e Giappone. Ha condotto numerosi scavi archeologici in Sicilia, Lazio e Campania, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana dal 2004 al 2010 e dal 2012. Autore di circa 600 opere, tra monografie e saggi scientifici e divulgativi, docente di Paletnologia presso il Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, è direttore della rivista “Sicilia Archeologica”; dal 1972 ha partecipato e diretto missioni e ricerche archeologiche in Turchia, Giappone, Afghanistan, Libia. Italia, Iraq, Iran, Pakistan, e Turchia. Per la cronaca è risultato molto animato il dibattito sulle tematiche sollevate da Tusa con interventi del magistrato Nello Bongiorno che con alcune sue rivelazioni ha aggiunto ulteriore interesse alla ricerca con riferimento al territorio saccense ampiamente citato dal relatore Lo Bue.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *