Cronaca

Preso a pugni per la spazzatura, muore: condanna per gli accusati

di Redazione
Pubblicato il Nov 28, 2015

Il movente sarebbe una lite scoppiata per alcuni sacchetti della spazzatura lasciati davanti alla porta di casa dei vicini. Per questo Gaspare Cardinale, invalido, sarebbe stato preso a pugni dai dirimpettai, Giuseppe Valenti e Francesco Sassano. Caduto a terra mori’ venti giorni dopo il ricovero in ospedale. Valenti e Sassano oggi sono stati condannati a sei e otto mesi per omicidio preterintenzionale.

I fatti sono accaduti a Terrasini, comune del Palermitano, il 2 giugno del 2012. La vittima aveva 67 anni. Cardinale comincio’ a stare male dopo una settimana dal pestaggio e venne operato per un’emorragia cerebrale. Ma nel frattempo aveva denunciato i vicini.

La Procura, attraverso una consulenza medica, ha sostenuto che la morte sarebbe stata determinata dalle lesioni. L’accusa al processo e’ stata rappresentata dal pm Claudio Camilleri.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361