Processo ex Asi Agrigento: giudice Zammuto non si astiene; Pm chiede...

Processo ex Asi Agrigento: giudice Zammuto non si astiene; Pm chiede altre tre condanne

794 views
0
SHARE
Il giudice Stefano Zammuto deciderà se mandare a processo le sorelle Picone

Il processo sui presunti abusi commessi nella gestione dell’ex Area industriale di Agrigento, non è stato azzerato. La richiesta di astensione formulata dall’avvocato Antonio Fiumefreddo (che difende l’Irsap guidata da Alfonso Cicero) non è andata a buon fine. Secondo il legale, infatti Zammuto avrebbe commentato sul Corriere della sera le modalità di gestione del consorzio Asi e ciò lo avrebbe reso incompatibile. Il giudice Stefano Zammuto che sta celebrando il processo ha inoltrato l’intero carteggio al presidente del Tribunale, Luisa Turco che, dopo averlo esaminato, non ha ritenuto fondati gli elementi di pretesa stensione. Pertanto, il Gup Zammuto non si è astenuto e ha continuato a celebrare il processo che vede imputati Maurizio Bonomo, 41 anni; Eugenio Esposto, 63 anni, e Filippo Siracusa, 43 anni, l’avvocato Stefano Catuara, ex presidente del consorzio Asi, Salvatore Callari, 52 anni, dirigente del consorzio e gli ex componenti del consiglio direttivo Salvatore Gangi, 66 anni e Giuseppe Sorce, 57 anni. I reati contestati sono di abuso di ufficio, truffa e peculato. Le indagini sono scattate dopo le denunce dell’ex commissario straordinario Alfonso Cicero. Nel corso di una precedente udienza, il pubblico ministero Andrea Maggioni aveva richiesto quattro rinvii a giudizio, l’assoluzione per Sorce e la condanna dell’avvocato Stefano Catuara, ex presidente del consorzio Asi, (3 anni e 4 mesi); e del dirigente Salvatore Callari, 52 anni (un anno di reclusione). Oggi, lo stesso Pm ha chiesto la condanna ad un anno e quattro mesi per Bonomo, Esposto e Siracusa. Il processo riprenderà il 18 settembre prossimo. Vedremo in quella data la prossima mossa.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *