Procura non conferma intercettazione Tutino; Crocetta piange e chiede: “Perché?”

Procura non conferma intercettazione Tutino; Crocetta piange e chiede: “Perché?”

0
SHARE
Rosario Crocetta

“Agli atti di questo ufficio non risulta trascritta alcuna telefonata tra Tutino e Crocetta” in cui il medico Matteo Tutino avrebbe affermato che Lucia Borsellino ‘va fatta fuori, come suo padre’. Lo afferma il procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi parlando della bufera che si è abbattuta sul presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta sulle presunte intercettazioni tra il governatore e il suo medico personale Matteo Tutino. Il procuratore Lo Voi ha fatto ascoltare, da questa mattina ad ora, tutte le intercettazioni nell’ambito dell’inchiesta che aveva portato all’arresto di Matteo Tutino per truffa. La Procura ha emesso anche un comunicato stampa. Ecco il contenuto del comunicato stampa emesso dalla Procura di Palermo: “Con riferimento alle notizie giornalistiche diffuse nella giornata di oggi, secondo le quali nel corso di una telefonata intercettata tra il presidente della Regione Rosario Crocetta e il dottor Matteo Tutino, quest’ultimo avrebbe affermato che la dottoressa Lucia Borsellino (all’epoca assessore alla Sanità della Regione siciliana) ‘va fatta fuori come suo padre’, ritengo necessario precisare che agli atti di questo ufficio, e in particolare nell’ambito del procedimento (nel quale è stata emessa ordinanza di arresti domiciliari nei confronti di Tutino) non risulta trascritta alcuna telefonata tra il Tutino e il Crocetta del tenore sopra indicato”. Nel comunicato stampa, a firma del procuratore Francesco Lo Voi, si legge ancora: “Analogamente, i carabinieri del Nas, che hanno condotto le indagini nel su indicato procedimento, hanno escluso che una conversazione del suddetto tenore tra i predetti sia contenuta tra quelle registrate nel corso delle operazioni di intercettazione nei confronti del Tutino”. La Procura ha specificato di avere fatto ricontrollare tutte le registrazioni relative all’inchiesta su Tutino, il medico agli arresti domiciliari per truffa, sia dai Pm titolari dell’inchiesta che dai carabinieri del Nas. Lo Voi ed il procuratore aggiunto Leonardo Agueci, che ha coordinato l’indagine, hanno sottolineato che nelle carte e negli atti della Procura di Palermo non esiste alcuna telefonata in cui Tutino avrebbe detto a Crocetta riferendosi all’ex assessore alla Sanità Lucia Borsellino: “Questa va fatta fuori come il padre”.
“E’ vero che la Procura smentisce? Oggi mi hanno ammazzato…”. Rosario Crocetta non riesce a trattenersi al telefono con l’Ansa. Piange. Singhiozza. “Perchè… perchè”, ripete. “Ma quanto è potente questa mafia che mi vuole fare fuori?”, continua. “Avrei potuto anche farla finita oggi…”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *