Racalmuto legge Sciascia, rivivono Parrocchie di Regalpetra

Redazione

Eventi

Racalmuto legge Sciascia, rivivono Parrocchie di Regalpetra

di Redazione
Pubblicato il Mag 30, 2016
Racalmuto legge Sciascia, rivivono Parrocchie di Regalpetra
Coro filarmonico Terzo Millennio

Coro filarmonico Terzo Millennio

Cento persone, tra semplici abitanti e anche attori, scrittori e musicisti, hanno fatto rivivere le parole di Leonardo Sciascia a Racalmuto, paese d’origine dello scrittore agrigentino, con la lettura de ‘Le parrocchie di Regalpetra’, a 60 anni dalla pubblicazione.

L’iniziativa è andata in scena ieri sera e i luoghi della lettura sono stati suggestivi: il circolo degli zolfatari e salinari, il teatro Regina Margherita, l’atrio del palazzo di città, il circolo dei galantuomini e  piazza Umberto I.

Il riconoscimento all'attore David Coco

Il riconoscimento all’attore David Coco

“L’eredità che Sciascia lascia sono le parole sentite sulle labbra dei ragazzi – ha detto il presidente della Fondazione Leonardo Sciascia, e sindaco di Racalmuto, Emilio Messana – . Cento persone, comuni cittadini ed artisti, in nome di Sciascia hanno fatto capire le enormi potenzialità che Racalmuto ha. La cultura è alla portata di tutti e grazie alla cultura che potremo cambiare questo paese”.

Foto di gruppo

Foto di gruppo

Non ricordo che a Milano, città dove abito, sia stata mai dedicata una giornata di lettura pubblica, collettiva, ad uno dei suoi scrittori – ha detto l’attore e drammaturgo, Moni Ovadia – e questo è un grande segno di civiltà. E non è comune che accada. Continuate! Continuate perchè la lettura è capace di risvegliare ogni cosa”.

Il Festival della lettura è stato anticipato, sabato, dall’inaugurazione della mostra delle lettere, che hanno preceduto la pubblicazione de “Le parrocchie di Regalpetra”, fra Vito Laterza e Leonardo Sciascia, e dal relativo convegno durante il quale è stato annunciato – da Giuseppe Laterza, figlio di Vito – che il carteggio inedito comporrà un libro dal titolo “L’invenzione di Regalpetra” ed inoltre che le lettere saranno esposte anche a Roma e a Bari.

Il riconoscimento a Moni Ovadia e Kaballà

Il riconoscimento a Moni Ovadia e Kaballà

Foto di gruppo

Foto di gruppo

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361