Ricatto a “luci rosse” sul web: imprenditore si rivolge alla Polizia

Ricatto a “luci rosse” sul web: imprenditore si rivolge alla Polizia

189 views
0
SHARE

Una delle tante storie di inganni ed estorsioni sui social network da parte di persone alla ricerca di sesso facile. Prima la richiesta di amicizia su Facebook con foto osè, poi il contatto e messaggi privati con richiesta di passare su Skype per potersi vedere. La conversazione in cam si scalda velocemente, i complimenti incalzano, diventano sempre più seducenti e provocatori. La ragazza inizia a mostrare il proprio corpo nudo, invitando l’interlocutore a fare altrettanto. A quel punto scatta la trappola: “o mi paghi o faccio circolare su Facebook il tuo video”, appositamente registrato. Di epsiodi del genere ne eccadono tanti ogni giorno. Questa volta è successo a Capo d’Orlando. Vittima del raggiro un imprenditore di 54 anni che ha deciso di rivolgersi al commissariato di Polizia.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *