Ripuliamo ciò che è nostro: volontari in azione al porto di Licata

Redazione

Licata

Ripuliamo ciò che è nostro: volontari in azione al porto di Licata

di Redazione
Pubblicato il Gen 30, 2017
Ripuliamo ciò che è nostro: volontari in azione al porto di Licata

Ripuliamo ciò che è nostro: volontari in azione al porto di Licata

A testa alta

A testa alta

Una domenica all’insegna della sensibilizzazione sui temi ambientali quella di ieri a Licata. A testa alta e le locali sezioni del WWF e di Lega Navale Italiana hanno organizzato infatti la giornata ecologica “Ripuliamo ciò che è nostro”, in collaborazione con la Branca RS dell’Agesci, con circa 80 Rover e Scolte provenienti da Licata, Ravanusa, Palma di Montechiaro e Canicattì e diversi ragazzi dell’Oratorio della Parrocchia Sant’Andrea Apostolo di Licata.

L’iniziativa, giusta al secondo anno, intende informare i cittadini sui temi ambientali e mobilitarli a ripulire in prima persona gli spazi urbani comuni.

La prima giornata è stata dedicata al porto di Licata. Armati di guanti, mascherine, sacchetti, forniti dall’Ufficio Ambiente del Comune, e soprattutto di buona volontà, i volontari hanno ripulito dai rifiuti una spiaggetta, molto caratteristica, della darsena pescherecci, molo di ponente del porto.

Il sostegno delle autorità locali non è mancato. Presenti il Tenente di vascello Giuseppe Maggio, comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Licata e il Sindaco Angelo Cambiano, oltre a diversi assessori comunali.

La campagna, che sottende un forte valore simbolico-educativo, proseguirà nei prossimi mesi con altri appuntamenti, raccogliendo le esigenze e le proposte dei residenti dei vari quartieri.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04