Ritorno a Mattarella, Sciascia, Pirandello e Tomasi

Diego Romeo

Agrigento

Ritorno a Mattarella, Sciascia, Pirandello e Tomasi

Intervista di Diego Romeo a Paolo Cilona autore del libro
di Diego Romeo
Pubblicato il Ott 8, 2018
Ritorno a Mattarella, Sciascia, Pirandello e Tomasi

Presso la Casa Sanfilippo, sede dell’Ente Parco Archeologico Valle dei Templi, è stato presentato il libro di Paolo Cilona : “I Mattarella nella terra di Pirandello, Sciascia e Tomasi di Lampedusa”. Una storia ricca di avvenimenti spesso segnati dal dolore di una famiglia che ha pagato un prezzo altissimo per il bene del Paese. Un esempio per tutti di caratura politica?

“Si, il libro riporta fatti e storie politiche della nostra provincia che riguardano da vicino Bernardo, Piersanti e Sergio Mattarella, utilizzando documenti, testimonianze ed atti parlamentari dei tre esponenti. Un lavoro meticoloso che riporta alla luce fatti e circostanze  che riguardano da vicino la famiglia Mattarella che ha contribuito, in modo notevole, alla crescita sociale della Sicilia e della provincia di Agrigento”.

Una storia che si interseca con politica, Chiesa e letteratura.

“I vari capitoli circoscritti ai tre Mattarella, trattano tematiche significative ed eloquenti sul piano culturale, politico, sociale ed economico che ripercorrono gli anni che vanno dalla Costituente sino ai nostri giorni. Le lotte per la democrazia e per l’autonomia siciliana, la costituzione del primo centro-sinistra in provincia di Agrigento, i rapporti con i vescovi Peruzzo e Petralia, i primi congressi provinciali della democrazia cristiana presieduti da Bernardo Mattarella, le opere pubbliche da lui finanziate a sostegno dell’economia agrigentina, i viaggi nell’agrigentino del presidente della regione Piersanti Mattarella e del fratello Sergio da ministro della difesa e della pubblica istruzione e da presidente della Repubblica”.

Si nota un interesse particolare del cattolico Mattarella per il più laico  Leonardo Sciascia.

“Proprio così, il libro narra i rapporti di amicizia tra Sergio Mattarella e lo scrittore racalmutese Leonardo Sciascia e   riporta le fasi drammatiche del congresso regionale della democrazia cristiana, quando si decise la fuoriuscita della componente filo mafiosa dell’ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino. Quella battaglia fu vinta grazie alla presa di posizione della componente morotea rappresentata in Sicilia da Sergio Mattarella. E poi la presa di posizione dei vescovi siciliani riuniti a Bagheria all’indomani dell’uccisione del presidente della regione Piersanti Mattarella. Un documento, quello dei vescovi, molto lacunoso dal punto di vista delle responsabilità riguardanti la mafia”.

C’è nel libro una parte significativa, forse poco nota, che riguarda il rinnovamento politico e culturale siciliano.

“E’ la parte più significativa  e difficile che riguarda  il rinnovamento del partito avviato da Piersanti Mattarella. E poi il capitolo riguardante l’azione culturale di Bennardo Mattarella nella qualità di presidente del Centro Studi Internazionale Luigi Pirandello. Grazie al suo impegno il Centro ebbe un ruolo importante nel corso del 25° anniversario della morte del grande drammaturgo agrigentino”.

Per giungere poi all’attuale ruolo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella non senza rilevare la difficile temperie che stiamo attraversando.

“Vengono illustrati i tre anni da Presidente della Repubblica di Sergio Mattarella, nel corso dei quali ha dimostrato umiltà, equilibrio, profondità di spirito, amore di servizio e spazialità istituzionale. Un libro  che si muove lungo il tempo passato con risvolti e richiami al tempo presente e, ritengo,  sarebbe piaciuto allo storico mons. Domenico De Gregorio  perché sentimento, rievocazione e ricostruzione convivono insieme. “Ogni uomo dovrebbe raccontare la propria storia” diceva Savinio ma non tutti amano raccontarsi. Dovranno essere altri a farlo sulla base di ricerche, scritti, annotazioni e testimonianze che nel nostro caso rimandano alla storia della terra di Agrigento degli ultimi settant’anni”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04