Sanità in Sicilia, spesa fuori controllo

Sanità in Sicilia, spesa fuori controllo

0
SHARE

Sanità in Sicilia : spesa e appalti fuori controllo. La Corte dei Conti bacchetta ancora una volta la Regione siciliana per il mancato contenimento della spesa sulla Sanità. I giudici contabili puntano il dito contro la giungla degli appalti nelle varie aziende sanitarie. In Sicilia sono 18 le stazioni appaltanti, quante sono le aziende, più le 9 stazioni regionali Urega e dall’Assessorato alla Salute non vi sarebbe alcuna direttiva su costi standard e spending review. Inoltre, rispetto alla media delle altre regioni italiane, la Sicilia ha speso nel 2014 un punto percentuale in più rispetto al 2013. I numeri sono inequivocabili: la Sicilia lo scorso anno ha speso 2 miliardi e 76 milioni di euro in acquisto di beni e servizi, farmaci inclusi, registrando un incremento del 3,3 per cento rispetto al 2013, a fronte di una crescita media nel resto del Paese del 2 per cento. Rincara la dose il capogruppo di Forza Italia all’ Ars, Marco Falcone, che denuncia : “Grazie alla sconsiderata gestione Crocetta-Pd la spesa per forniture e servizi infatti aumentata lo scorso anno di circa 70 milioni di euro rispetto al 2013, e stando agli indicatori l’aumento per il 2015 potrà essere ancora più rilevante. Nessun taglio effettuato dunque, nessun risparmio, solo nuove spese a fronte di un sistema sanitario troppo spesso inadeguato”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *