Saverio Romano lascia Forza Italia

Saverio Romano lascia Forza Italia

809 views
0
SHARE

Prima i mal di pancia con il sostegno a Raffaele Fitto, poi l’intesa con Verdini per la nascita del gruppo Ala in Senato, ma solo oggi Saverio Romano ha formalizzato il divorzio da Forza Italia. L’ex ministro ha diffuso una nota per spiegare i motivi della rottura dal partito di Berlusconi.

Oltre al politico palermitano trasmigrano in ‘Alleanza liberalpopolare-Autonomie’ (il gruppo che fa riferimento a Denis Verdini e che nei giorni scorsi ha visto le adesioni di Domenico Auricchio e Francesco Amoruso) il senatore agrigentino Peppe Ruvolo ed il deputato calabrese Pino Galati.

A Palazzo Madama, dove i numeri della maggioranza finora sono stati risicatissimi, si ingrossa quindi la nuova formazione di ex berlusconiani che strizza l’occhio al governo di Matteo Renzi.

“Forza Italia ha ormai esaurito la sua spinta riformatrice e la sua vocazione popolare e liberale – scrivono i tre in una nota -. La linea politica già intrapresa dal vertice di Forza Italia mira a rincorrere i populismi di varia natura, in una prospettiva di sostanziale subalternità a Salvini”.

I tre hanno ufficializzato la posizione specificando la matrice centrista del progetto politico che collide proprio con la possibile intesa fra Forza Italia e la Lega di Salvini:“La nostra cultura politica popolare e il nostro radicamento territoriale – specificano – ci impongono questa scelta”.

“Ci impegneremo in Alleanza liberalpopolare-Autonomie’ – concludono Romano, Ruvolo e Galati – consapevoli che in questa congiuntura politica ci si debba rimboccare le maniche e mettersi in gioco. Un forte impegno parlamentare quello che ci attende, incoraggiati dal consenso che registriamo nella comunità politica”che rappresentiamo”.

Romano, già da tempo critico con le scelte dei vertici di Forza Italia, aveva sostenuto Raffaele Fitto, ma successivamente ha lavorato con Denis Verdini alla nascita di Ala.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *