Scandalo Ars, denaro in cambio del voto: deputati arrestati saranno sospesi

Scandalo Ars, denaro in cambio del voto: deputati arrestati saranno sospesi

178 views
0
SHARE

Saranno sospesi fino a quando rimarranno sottoposti alla misura interdittiva Nino Dina (Udc) e Roberto Clemente (Pid-Cp), i due deputati dell’Assemblea regionale siciliana arrestati dalla Guardia di finanza con l’accusa di voto di scambio. A loro subentreranno i primi dei non eletti nelle liste elettorali di cui facevano parte Dina e Clemente al momento della candidatura alle regionali del 2012. Spetta alla Presidenza del consiglio emettere il provvedimento di sospensione che poi sara’ trasmesso al commissario dello Stato e quindi comunicato alla Presidenza dell’Assemblea regionale per una presa d’atto. In base alla legge, Dina e Clemente durante la sospensione percepiranno comunque una parte dell’indennita’ parlamentare, la restante parte sara’ appannaggio dei deputati subentranti. Dina e Clemente rientreranno all’Ars non appena cessera’ la misura cautelare, anche in questo caso la procedura e’ la stessa di quella della sospensione.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *