Sciacca, nasce Casa del Volontariato in bene confiscato alla mafia

Sciacca, nasce Casa del Volontariato in bene confiscato alla mafia

Condividi

Apre a Sciacca, nell’agrigentino, la Casa del volontariato e dell’associazionismo realizzata in beni confiscati alla criminalità organizzata. Sarà inaugurata domani, alle 11, in piazzetta Bevilacqua, alle presenza delle autorità cittadine, del mondo del volontariato e del prefetto di Agrigento, Nicola Diomede. “L’inaugurazione avverrà nel sito dove sorge uno dei due immobili confiscati alla criminalità organizzata e assegnati al Comune che, grazie a un finanziamento comunitario, è riuscito a riqualificare e convertire per lo svolgimento di importanti attività sociali” spiegano il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alle Politiche sociali David Emmi. Della gestione si occuperanno il Coordinamento delle associazioni di volontariato e promozione sociale (Co.Vo.Pro) di Sciacca e il Centro di servizi per il volontariato (CeSVoP) di Palermo, i cui volontari opereranno in collaborazione con i servizi sociali del Comune di Sciacca. Nella struttura saranno attivati un pronto soccorso sociale in favore di soggetti in difficoltà socio-economica, uno sportello di orientamento al volontariato, uno sportello di ascolto per vittime di violenza, un centro di supporto per gestanti e madri con figli, laboratori ‘intergenerazionali’. “L’obiettivo è quello di trasformare questi beni in centro di erogazione di servizi ma anche in luoghi di incontro, dibattito, formazione, crescita, volontariato, cittadinanza attiva” concludono sindaco e assessore.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *