Selinunte, Agrigento, Morgantina: il triangolo magico dell’archeologia

Selinunte, Agrigento, Morgantina: il triangolo magico dell’archeologia

0
SHARE
Tempio di Giove

Selinunte, tempio
Selinunte, tempio
Selinunte
Selinunte
Tempio della Concordia
Tempio della Concordia
Rimanda a quello misterioso delle Bermude il triangolo archeologico Valle dei Templi di Agrigento, Morgantina, Selinunte. Ma a differenza dei misteri che circondano quello delle isole a mezza strada tra Europa e America del nord, non sembrano avere misteri sconosciuti le Bermude siciliane per Giuseppe Di Giovanni già ispettore onorario Beni Archeologici. Colonnello dell’esercito in pensione Di Giovanni ha dedicato molta parte della sua vita alla ricerca e allo approfondimento di questi nostri beni diventati oggetto del desiderio della nostra, ahinoi, millantata vocazione turistica.
Di Giovanni ha rivisto e rieditato alcuni suoi pregevoli volumetti che sono diventati nel tempo un’aurea guida turistica, tutti dedicati alla Valle dei Templi, a Piazza Armerina e a Selinunte. Colonne cadute, fondamenta solitarie, torri smantellate, avanzi di muri e impianti urbanistici sono descritti e tratteggiati con sorprendente passione didattica prima che scientifica. Foto aeree, disegni accurati, rievocazioni delle leggende e del mito che sovrasta tutto, vengono offerti al lettore in maniera semplice e completa tanto che, paradossalmente, potrebbero invogliare i più sedentari a sognare il viaggio piuttosto che effettuarlo. Si spera, paradossalmente, anche se poi, ne siamo certi, come ci si può rifiutare un viaggio al Santuario della Gaggera di Demetra Malophoros col suo fascino delle religioni misteriche, alla Necropoli di Manicalunga, tutti luoghi semisconosciuti al visitatore mordi e fuggi? E Mogantina con le sue statue e i mosaici fotografati in tutti i loro dettagli. E la Valle dei Templi che ci sembra di conoscere ma che nella guida di Giuseppe Di Giovanni viene esplorata in tutti i suoi aspetti e ci viene fatta riscoprire con occhi che “guardano e vedono”. Oltre cinquanta pagine vengono dedicate alla gloria del nostro Museo Archeologico, né poteva mancare una salutare scorribanda nel nostro Centro storico che, a leggerne le origini, dovrebbe suggerire alla politica ignorante (nel senso etimologico, per carità!) una attenzione degna di miglior causa.
Tempio di Giove
Tempio di Giove
Tomba di Terone
Tomba di Terone

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *