Sequestro di beni per 7 milioni di euro per Fabio Manservigi (vd)

Sequestro di beni per 7 milioni di euro per Fabio Manservigi (vd)

898 views
0
SHARE
Sequestro beni per Fabio Manservigi

Il destinatario del sequestro eseguito dalla Dia di Catania e’ l’imprenditore Fabio Manservigi, 44 anni, ritenuto contiguo all’organizzazione mafiosa Nardo, egemone nella provincia di Siracusa. Il suo ruolo e’ stato delineato anche dal ‘pentito’ Fabrizio Blandino ed era emerso in due inchieste antimafia: ‘Morsa2′, dei carabinieri di Siracusa, dalla quale e’ derivata l’ulteriore indagine ‘Nostradamus’ che ha contribuito allo scioglimento del Comune di Augusta. Secondo l’accusa, Manservigi sarebbe stato legato a Blandino, ex consigliere del Comune di Augusta, affiliato alla cosca mafiosa dei Nardo nonche’ referente del clan nel territorio megarese, tanto, lo accusa il ‘pentito’, di “aver immediatamente acconsentito alla proposta di contribuire al sostentamento di Alfio Sambasile, esponente di primo piano del clan Nardo nel territorio di Lentini”. Con quest’ultimo, ricorda la Dia di Catania, infatti, era stato tratto in arresto nel 1998, insieme ad altri, nell’ambito dell’indagine “Thos” condotta dalla Squadra Mobile di Siracusa, per i reati di associazione mafiosa ed estorsione. Anche altri tre collaboratori di giustizia – Sebastiano Sampugnaro, Vincenzo Piazza e Sebastiano Gigliuto – collegano la sua vicinanza al clan alla sua ascesa economica: da dipendente di un’impresa di raccolta di rifiuti solidi urbani a imprenditore nel settore edile, aggiudicatario di commesse, e nel settore delle energie rinnovabili, specie del fotovoltaico. Proprio nel settore delle energie alternative ad Augusta l’indagato si sarebbe inserito a pieno titolo con la costituzione, nel novembre del 2009, della societa’ FaMec. Il Tribunale di Siracusa, accogliendo la proposta della Dda della Procura di Catania, ha disposto il sequestro dei beni dell’imprenditore per un valore complessivamente stimato in circa 7.000.000 di euro, comprese cinque aziende, una lussuosa villa, terreni e rapporti finanziari. Il provvedimento e’ stato eseguito dalla Dia di Catania, diretta da Renato Panvino.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *