Sicilia, Cascio: “Io indagato per voto di scambio? Mai avuto notizia”

Redazione

Ultime Notizie

Sicilia, Cascio: “Io indagato per voto di scambio? Mai avuto notizia”

di Redazione
Pubblicato il Mar 23, 2016

Non ho mai avuto notizia di indagini svolte sul mio conto, ne’ mai mi e’ stato richiesto di rendere dichiarazioni in merito a tali presunti episodi”. Lo scrive in una nota il coordinatore regionale di Ncd, Francesco Cascio, in merito alle notizie riportate oggi dal quotidiano ‘La Repubblica’, secondo cui il deputato siciliano sarebbe indagato per voto di scambio. “Fino al momento della notifica dell’avviso di fissazione dell’udienza camerale, per la decisione relativa alla richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica di Palermo circa l’archiviazione di un procedimento nel quale sarei stato indagato per presunto voto di scambio – spiega Cascio – , relativamente alle elezioni regionali svoltesi nel 2012, non ho mai avuto notizia di indagini svolte sul mio conto, ne’ mai mi e’ stato richiesto di rendere dichiarazioni in merito a tali presunti episodi”. “Se gia’ la Procura della Repubblica, al termine delle indagini, aveva riconosciuto la mia assoluta estraneita’ a qualsiasi ipotesi di reato – aggiunge Cascio – , la richiesta di avocazione delle indagini da parte della Procura Generale non mi turba e anzi faro’ immediata richiesta per essere sentito in merito a quanto mi viene contestato, al fine di chiarire una volta e per tutte come il consenso elettorale del quale ho sempre goduto sia frutto del mio impegno politico onesto, trasparente e corretto nell’interesse della collettivita’”. Cascio conclude: “Quello che e’ sconcertante e’ che si possa indagare nei confronti di un cittadino senza che questi venga reso edotto e non abbia la possibilita’ di fornire elementi a difesa, se non solo dopo che la notizia di un procedimento sia stata gia’ diffusa con interessato clamore sulle pagine dei giornali”.


Dal Web


  • Ultime Notizie

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Ultime Notizie

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Ultime Notizie

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Ultime Notizie

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361