Sicilia, la mappa delle spiagge per “nudisti”: ecco dove si trovano nell’agrigentino

Sicilia, la mappa delle spiagge per “nudisti”: ecco dove si trovano nell’agrigentino

29.128 views
0
SHARE

Sempre alta la polemica tra naturisti e nudisti dopo le vicende di questi ultimi giorni che hanno visto protagonisti residenti e naturisti sulle spiagge prossime a Menfi.

Non molti sanno che la Sicilia è un vero e proprio paradiso per i nudisti. Sì, perché nell’Isola, oltre a ben note spiagge “per famiglie” e a luoghi battuti dal turismo di massa, ci sono anche non pochi gioielli naturalistici, prediletti dai cultori del naturismo, da coloro, cioè, che amano attuare uno stile di vita dedito alla simbiosi con la natura, al punto da vivere i propri momenti di relax totalmente nudi.

Fra i luoghi prescelti dai nudisti come proprie oasi, in Sicilia c’è solo l’imbarazzo della scelta.
In provincia di Siracusa è possibile praticare il nudismo nella riserva di Vendicari, raggiungibile dalla città aretusea imboccando la Statale 115 in direzione Avola-Noto-Pachino. Possibilità di praticare il naturismo anche nelle spiagge alla foce del fiume Ciane, dopo un chilometro dal frequentatissimo lido di Sayonara. A Cassibile occorre invece cercare un’azienda agrituristica a gestione familiare che ospita anche naturisti. Una cala nudista, molto frequentata da gay si trova nei pressi degli scavi di Eloro, non lontano da Vendicari.

Nel catanese c’è invece la spiaggia naturista di Acireale, nei pressi del Mulino, ma anche quella più vicina alla città etnea, in località Caito, che è possibile raggiungere dopo avere attraversato l’ultimo binario della stazione.

In provincia di Messina, a poche decine di metri dai laghetti di Tindari si possono trovare zone frequentate da nudisti nella spiaggia di Marinello; poco distante c’è un’altra spiaggia interamente naturista, raggiungibile camminando per tre chilometri da Marinello lungo il sentiero dei laghetti. Qui si trova una zona molto frequentata soprattutto da gay; a Milazzo c’è la spiaggia naturista di località Tono, sul viale Marinaio d’Italia. Più vicine alla città messinese ci sono la spiaggia di San Saba e quella di Giampilieri, raggiungibile dall’Autostrada Messina-Catania, uscendo al bivio Tre Mestieri.

Nei pressi di Taormina c’è la spiaggia naturista e gay di Rocce Bianche, nota a livello internazionale. A pochi chilometri di distanza, a Forza d’Agrò, altra spiaggia nudista in contrada Parrino.

Se si predilige la provincia di Agrigento, ad esempio, una spiaggia molto amata è quella di Eraclea Minoa, nei pressi di Cattolica. Nella stessa provincia agrigentina ci sono anche la spiaggia che si trova alla foce del Fiume Platani e la quotatissima Torre Salsa, a pochi chilometri da Siculiana, all’interno di un’area naturale di rara bellezza, dichiarata riserva e gestita dal WWF. Qui, però, bisogna stare on gli occhi aperti, perché in anni passati decine di persone sono state denunciate dai carabinieri, con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico. A Lampedusa, nei pressi dell’Isola dei Conigli, c’è la scogliera di “Ballata bianca”, ma anche la spiaggia nudista di località Guitgia.

Nel trapanese, i nudisti possono scegliere di recarsi in una spiaggia nudista abbastanza tranquilla di Scopello, non distante dall’antica tonnara. La spiaggia è raggiungibile a piedi, lasciando l’auto alla galleria sulla statale 187.
Altra località prediletta dai nudisti si trova nei pressi di Selinunte, dove c’è la spiaggia della foce del fiume Belice, appartata perché circondata da un bosco. A Mazara del Vallo, sul lungomare è raggiungibile una spiaggia naturista percorrendo il lungomare in direzione Trapani, fino a una strada sterrata.

In provincia di Palermo, infine, il nudismo può essere praticato a Lascari, in due differenti località: la prima è nei pressi della spiaggia attrezzata delle Salinelle. Una volta raggiunto il posteggio della spiaggia, lasciare l’auto e oltrepassare a piedi i lidi andando verso destra, camminando sulla sabbia per almeno duecento metri, fino a quando non ci sono più sdraio e ombrelloni. L’altra spiaggia, sempre a Lascari, è in contrada Gorgo Lungo.

Sempre in provincia di Palermo c’è poi la storica spiaggia di Balestrate, raggiungibile posteggiando l’auto dopo il cimitero e proseguendo a piedi, molto frequentata soprattutto da omosessuali. Più vicina alla città c’è, invece, la riserva naturale di Capo Gallo-Barcarello, raggiungibile a piedi, lasciando l’auto nei pressi del porto di Barcarello, lato Sferracavallo. Qui ci sono varie insenature in cui è possibile praticare il nudismo, mentre se si oltrepassano a piedi le piattaforme in cemento della cosiddetta Fossa del Gallo, si raggiungono altri piccoli scorci frequentati soprattutto da gay.

Infine, sempre a Sferracavallo, nei pressi del capolinea degli autobus, c’è la spiaggia delle Vergini, un’insenatura isolata prediletta dai naturisti.

(articolo tratto da resapubblica.it)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *