Sicilia, un progetto per trasformare scarto olio in cosmetici

Sicilia, un progetto per trasformare scarto olio in cosmetici

Condividi

Si chiama Fen-oil ed e’ un progetto del Cnr e di un’azienda lombarda, in partnership con una californiana, per trasformare gli scarti dell’olio da rifiuto a risorsa per le industrie cosmetiche, alimentari e farmaceutiche: questo l’innovativo impianto, realizzato nei Frantoi Cutrera di Chiaramonte Gulfi, nel Ragusano. Per il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, che oggi ha visitato il frantoio insieme al ministro del Lavoro Giuliano Poletti, si tratta di “un’invenzione importante, che consente ai frantoi, da un lato, di non dover spendere cifre considerevoli per smaltire l’acqua rilasciata dalle olive, evitando l’inquinamento; dall’altro permette di recuperare integralmente molecole ad alto valore aggiunto che sono richieste nei processi industriali”. Il progetto e’ stato realizzato per la prima volta in Italia nei Frantoi Cutrera. Nel 2016 sono stati riutilizzati 8 mila quintali di scarti e in futuro queste macchine saranno installate in altri quattro frantoi siciliani. “E’ il primo impianto industriale italiano per il recupero integrale dei biofenoli contenuti nelle olive”, dice Mario Pagliaro, primo ricercatore del Cnr di Palermo.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *