Siculiana, accusato di estorsione: concluse indagini su Gagliano

Redazione

PRIMO PIANO

Siculiana, accusato di estorsione: concluse indagini su Gagliano

di Redazione
Pubblicato il Gen 21, 2016
Siculiana, accusato di estorsione: concluse indagini su Gagliano

Avviso di conclusione delle indagini a distanza di poche settimane dall’arresto per Antonino Gagliano, 48 anni, l’imprenditore di Siculiana accusato di due ipotesi di estorsione con metodo mafioso. Il tribunale del riesame di Palermo, accogliendo in parte il ricorso del difensore, l’avvocato Calogero Meli, il 26 novembre, sedici giorni dopo l’arresto, lo ha rimesso in libertà sostituendo la custodia cautelare in carcere con l’obbligo di firma da adempiere tre volte alla settimana.

Adesso il pubblico ministero Rita Fulantelli, che però è stata trasferita alla procura generale e non rappresenterà l’accusa al processo, ha firmato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. L’ordinanza era stata firmata dal gip di Palermo, Wilma Angela Mazzara, su richiesta del pm della Dda Rita Fulantelli. Gagliano fu arrestato il 26 giugno del 2012 nell’operazione “Nuova Cupola” con l’accusa di avere messo a segno due danneggiamenti con metodo mafioso.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361