Siena – Akragas : alle 18 via alla finale Scudetto Serie D

Siena – Akragas : alle 18 via alla finale Scudetto Serie D

0
SHARE

E adesso, l’ultimo ostacolo. L’Akragas sarà di scena , con calcio di inizio alle ore 18:00, allo Stadio Helva Recina di Macerata, lo stesso in cui i giganti appena due giorni fa hanno eliminato i padroni di casa, qualificandosi per la finalissima Poule Scudetto.

I biancazzurri sono la prima squadra siciliana a poter diventare campione d’Italia, titolo che viene assegnato solamente per la Serie A, il campionato primavera e, appunto, la Serie D.

Per una finale prestigiosa non poteva mancare un avversario dal grande blasone: il Robur Siena. Ricostruito dopo il fallimento del presidente Mezzaroma che ha portato i senesi dalla Serie B alla Serie D, i bianconeri hanno conquistato sul campo la promozione in Lega Pro, trionfando nel proprio girone, e adesso si vuole concedere il bis, diventando Campione d’Italia, riconoscimento già ottenuto nella stagione 1956.

Daniele Portanova, capitano del Siena
Daniele Portanova, capitano del Siena

Ad allenare il Siena è una vecchia conoscenza del calcio siciliano: Massimo Morgia, ex allenatore del Palermo che si lascia andare nella conferenza del prepartita:” Una finale è sempre una notte prima degli esami, riusciremo a dormire? ” Senz’altro sì. Dormiremo e l’affronteremo con entusiasmo e serenità dopo il grande impegno profuso in campionato. Lo vivremo come un premio.” Raggiunto l’obiettivo primario, questo traguardo come lo si considera? ” Come una cosa straordinaria. Si diventa campioni d‘Italia solo con la Serie A e con il campionato Primavera quindi uno scudetto è sempre una cosa che inorgoglisce e noi ce lo lotteremo con grande determinazione.” Pisaneschi che ieri sera era a Macerata, dell’Akragas che ha raccontato? ” Che è una squadra fortissima; la squadra più forte tra quelle che abbiamo affrontato fino ad ora. 4-2-3-1 il loro modulo tanta esperienza ( Baiocco e Catanìa ) ed un reparto offensivo molto importante.” Quando il risultato a disposizione è solo uno, lo si affronta ancora con le tre punte? ” Vedremo, non è sicuro. Non abbiamo tempi di recupero, per la prima volta in carriera mi trovo a giocare domenica, giovedì, sabato…una cosa scellerata che non premia l’impegno di chi la deve giocare questa finale. Avrò bisogno di forze fresche quindi 2 o 3 cambi potranno essere possibili.”

Vincenzo Feola, invece, dovrà fare a meno di alcune pedine fondamentali e si spera nel recupero di almeno uno fra Maraucci e Vindigni dopo la decisione del giudice sportivo di squalificare il capitano, Agatino Chiavaro. Non sarà della partita neanche Peppe Savanarola, uscito malconcio nella prima frazione della gara contro la Maceratese, giovedì scorso.

L’appuntamento sarà ripreso dalle telecamere di Rai Sport che manderà in onda la partita in differita , alle ore 22.45.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *