Silvio Alessi dal rettore Lagalla per la vicenda Cupa

Silvio Alessi dal rettore Lagalla per la vicenda Cupa

0
SHARE
Il candidato sindaco Silvio Alessi

Silvio Alessi, Piero Marchetta e Peppe Vita in un incontro di più di un’ora a Palazzo Steri a Palermo (sede del rettorato dell’Università) hanno affrontato con il magnifico rettore, Roberto Lagalla, la problematica del Polo Universitario di Agrigento.

Nel corso della riunione sono state individuate soluzioni volte a garantire la continuità del progetto universitario agrigentino che verrà inserito tra i punti principali del programma elettorale a sostegno della candidatura di Silvio Alessi.

I punti salienti sono rappresentati da un’azione di sollecito nei confronti del Governo della Regione finalizzata a garantire inalterati i trasferimenti delle risorse economiche a favore del Consorzio Universitario, l’avvio di una procedura transattiva per definire i rapporti pregressi stante la disponibilità manifestata in questo senso da parte del rettore, Roberto Lagalla.

La futura amministrazione Alessi ha manifestato la disponibilità a contribuire al completamento della sede universitaria di via Atenea concorrendo al cofinanziamento delle opere attingendo le somme dal fondo per investimenti. Quest’opera è da considerarsi strategica nel quadro di un sostanziale  rilancio della via Atenea e del centro storico agrigentino.

Infine, il modello gestionale futuro  non può prescindere dal ricorso alla organizzazione nell’ambito della programmazione FSE dei corsi IFTS che garantirebbe lo sgravio di costi fissi generali dal bilancio del consorzio. Cosa che garantirebbe la capacità di ottenere flussi finanziari utili ad un più efficiente futuro funzionamento gestionale.

Alessi, Marchetta e Vita solleciteranno, pertanto, l’assessore alla Formazione a presentare un decreto assessoriale e ogni altro utile provvedimento per mettere i consorzi della Sicilia occidentale nelle condizioni di poter organizzare autonomamente i corsi IFTS.

«Vogliamo continuare – ha commentato Silvio Alessi – nella realizzazione del programma condiviso con le realtà istituzionali. Il nostro non sarà un libro dei sogni e delle illusioni ma un programma concreto con risposte da dare già nei primi 100 giorni».

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY