Sindaco di Lampedusa: “Intervento militare? Non distruggerebbe Isis”

Sindaco di Lampedusa: “Intervento militare? Non distruggerebbe Isis”

0
SHARE

“Mi auguro che non si aprano scenari di guerra nel Mediterraneo e si possa percorrere la via del dialogo”. Per il sindaco di Lampedusa (Agrigento), Giusi Nicolini, l’ipotesi di un intervento militare in Libia non è “la giusta strada da percorrere”. “Il problema dell’area del Mediterraneo va risolto in altro modo – dice all’AdnKronos -. Gli attacchi in Siria hanno fatto tante vittime civili e hanno dimostrato di non distruggere l’Isis”. Per il primo cittadino della più grande delle Pelagie questo intervento sarebbe, comunque, “tardivo”. “Resto convinta – dice – che l’Isis poteva essere fermato prima e che, o per arrendevolezza o per sottovalutazione, non sia stato fatto tutto il possibile prima”. Dopo la Siria per Nicolini sarebbe “un errore aprire un altro fronte. Mi auguro che si possano trovare altre strade”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY