Stele di Livatino danneggiata, condannata dal Comune di Canicattì

Redazione

Canicattì

Stele di Livatino danneggiata, condannata dal Comune di Canicattì

di Redazione
Pubblicato il Lug 19, 2017
Stele di Livatino danneggiata, condannata dal Comune di Canicattì

Vandalizzata, presumibilmente nella mattinata di ieri 18 luglio 2017, la stele fatta erigere dalla famiglia del giudice Rosario Livatino sul luogo del suo eccidio, avvenuto lungo la SS 640 il 21 settembre 1990.
A segnalare il vile atto, un operaio che passava casualmente in zona.
«Dopo gli episodi dolosi, compiuti a Palermo nei giorni scorsi a danno di alcuni simboli eretti a memoria dei giudici Falcone e Borsellino – commenta il sindaco Ettore Di Ventura – ci sbigottisce registrare, proprio alla vigilia del 25° anniversario della strage di Via D’Amelio, un’azione vandalica ai danni della stele del “nostro Giudice Ragazzino”.
Come sindaco di Canicattì, unitamente ai componenti della mia Giunta, esprimo profondo sdegno per questo ignobile atto e con estrema fermezza ci tengo a ribadire che l’oltraggio perpetrato ai danni di questo significativo simbolo di eroismo non ci allontanerà dalla strada intrapresa verso il pieno rispetto della legalità».


Dal Web


  • Canicattì

    Operazione Montagna, l’intervista al colonnello Giovanni Pellegrino

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/lAATr-r11Ss..

    Continua a Leggere

  • Canicattì

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Canicattì

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Canicattì

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Canicattì

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Canicattì

    Incidente mortale tra Aragona e Favara, agrigentino assolto da accuse

    Pubblicato il 22 01 2018

    “Assolto perché il fatto non costituisce reato”: è il dispositivo della sentenza pronunciato dalla VI Sezione Penale della Corte di Appello di Palermo nei confronti di M.C., che in primo grado aveva subito una condanna dal Tribunale di Agrigento a 9 mesi di reclusione. L’uomo era stato riten..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361