Studente suicida, famiglia non ci crede e chiede autopsia

Studente suicida, famiglia non ci crede e chiede autopsia

0
SHARE

I genitori del giovane Roberto Gambina che si sarebbe lanciato, venerdi’ scorso, dalle scale del secondo piano di un istituto parificato di Vittoria perdendo la vita, non credono all’ipotesi del suicidio. Cosi’ hanno presentato un esposto alla Procura di Ragusa chiedendo e ottenendo l’effettuazione dell’autopsia dopo la celebrazione dei funerali. I legali della famiglia Gambima, Patrizia e Salvatore Romano, hanno chiesto un eventuale approfondimento d’indagine per verificare se si e’ trattato di suicidio oppure di un omicidio. Cosi’ il pm Francesco Puleio ha disposto l’autopsia, eseguita dal medico legale Orazio Cascio e dal tossicologo Guido Romano. La famiglia ha nominato un proprio consulente tecnico di parte, il dottor Guerrera diCatania. Tra novanta giorni si conosceranno i responsi degli esami istologici. Nel fascicolo aperto dal Pm Puleio non ci sono, al momento, persone indagate.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY