Tentato omicidio Palma: vendetta per una pistola non restituita e non pagata...

Tentato omicidio Palma: vendetta per una pistola non restituita e non pagata (video)

Condividi
Arresti Palma, conferenza stampa del dottor Giovanni Minardi

Domenico Sambito e Salvatore Ingiamo
Domenico Sambito e Salvatore Ingiamo

Su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica, Carlo Cinque sono stati arrestati la notte scorsa Domenico Sambito, 57 anni e Salvatore Ingiamo, 28 anni entrambi di Palma di Montechiaro con l’accusa di tentato omicidio in concorso in danno di Diego Provenzani, vecchia figura di pregiudicato palmese, vittima dell’agguato lo scorso 13 dicembre.

A firmare il provvedimento di cattura è stato il Gip Alfonso Malato c he ha condiviso le risultanze investigative del personale della Squadra Mobile di Agrigento, guidata da Giovanni Minardi, e del Commissariato di Palma, agli ordini di Angelo Cavaleri.

Le ragioni del mancato omicidio risiedono a quasi 30 anni fa, 29 per l’esattezza, e fanno riferimento ad una partita di armi rubata (e poi restituita) dall’armeria di Sambito (titolare la moglie). Di queste armi, tutte restituite, non tornò solo una pistola. E Sambito pretendeva, ancora oggi, il pagamento.

I particolari della vicenda sono stati resi noti stamani nel corso di una conferenza stampa tenuta dal capo della Squadra mobile, Giovanni Minardi.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *