Sicilia

Terremoto: Codacons, magistratura indaghi su lavori edifici pubblici Sicilia

Verifiche a tappeto su tutti i lavori eseguiti su edifici pubblici negli ultimi dieci anni in Sicilia. A chiederlo è Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons, dopo il sisma che ha devastato il centro Italia. “Come sempre avviene in Italia, i controlli vengono eseguiti a posteriori, cioè quando è oramai troppo tardi e le tragedie si sono già consumate – dice -. Se le verifiche su lavori e ristrutturazioni fossero state fatte prima, forse sarebbe stato possibile salvare molte vite umane”. Per questo l’associazione chiede alla magistratura di tutta la Sicilia e al presidente dell’Anac Raffaele Cantone di acquisire “tutti i fascicoli relativi a ristrutturazioni e lavori di messa a norma di edifici pubblici degli ultimi 10 anni e la nomina di una apposita commissione di consulenza tecnica”, chiamata a eseguire “controlli a tappeto” e accertare che “i lavori edili siano stati eseguiti nel rispetto delle normative vigenti”. “Occorre verificare se edifici come scuole e ospedali siano sicuri e a norma – conclude Tanasi -, e se siano stati realizzati usi impropri dei soldi pubblici nel corso dei lavori di ristrutturazione negli ultimi 10 anni”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top