Traffico di droga tra la Spagna e l’agrigentino, arresti: sequestrati 6 kg di cocaina

Redazione

Agrigento

Traffico di droga tra la Spagna e l’agrigentino, arresti: sequestrati 6 kg di cocaina

di Redazione
Pubblicato il Gen 24, 2017
Traffico di droga tra la Spagna e l’agrigentino, arresti: sequestrati 6 kg di cocaina

Trafficavano droga tra la Spagna e la Sicilia, in particolare nelle zone di Agrigento e Marsala. Sono otto le persone arrestate per traffico internazionale di stupefacenti. É questo il bilancio dell’operazione “Borasco”, condotta dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo tra il 2014 e il 2015 a Marsala, Isola delle Femmine e Frascati. I provvedimenti di custodia cautelare – sei in carcere e due agli arresti domiciliari – sono stati emessi dal gip di Palermo al termine di indagini svolte del Gico, sotto il coordinamento del procuratore Francesco Lo Voi e dei pm Maurizio Scalia e Calogero Ferrara della Dda del capoluogo siciliano.L’organizzazione, capeggiata da Pietro Maniscalco, 58 anni, ritenuto vicino alla criminalita’ organizzata, e da Vito Chirco, 56 anni, si riforniva dagli spagnoli Gerardo Olarte Alonso, 53 anni, e Santiago Rodriguez Gonzalez, 45 anni, che era un militare della Guardia Civil.

I due iberici curavano il trasferimento in Italia della sostanza stupefacente che veniva poi rivenduta in Sicilia. Rodriguez si occupava del trasporto della cocaina, a bordo di auto, sbarcando con il traghetto presso il porto di Palermo ed esibendo un documento scaduto della Guardia Civil. Olarte Alonso, invece, precedeva il suo complice in aereo, per verificare che agli arrivi presso il Porto del capoluogo non vi fossero dispositivi di controllo ulteriori rispetto a quelli attuati di solito dalle Forze di Polizia. Entrambi gli spagnoli sono stati arrestati dalle Fiamme Gialle palermitane in occasione di un precedente sbarco di stupefacente effettuato a Palermo e si trovavano agli arresti domiciliari in Italia. Per loro il Gip, sulla base degli ulteriori elementi forniti dalle indagini, ha ora disposto la custodia in carcere. Dalle indagini sono poi emersi elementi di responsabilita’ a carico di altri soggetti, a vario titolo coinvolti nel traffico. Si tratta di Vincenzo Crimi, di 56 anni, e Antonello Cola, di 47, arrestati e condotti in carcere, nonche’ di Marisa Spatola, di 48, moglie di Maniscalco, e Calogero Iginio Patti, di 46, per i quali sono invece stati disposti gli arresti domiciliari. Nel corso delle indagini sono state complessivamente arrestate in flagranza 4 persone, 3 a Palermo e 1 ad Agrigento, e sequestrati oltre 6 kg. di cocaina.


Dal Web


  • Agrigento

    M5S, stasera i nomi dei candidati al Parlamento: chi corre in provincia di Agrigento

    Pubblicato il 21 01 2018

    Erano tre le preferenze che ciascun iscritto poteva esprimere nei confronti di un candidato. Un sistema sicuramente innovativo nel panorama democratico italiano che - però - ha presentato anche alcune problematiche “tecniche”: soprattutto nelle prime ore di mercoledì - primo giorno di votazion..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Porto Empedocle, secondo giorno di sciopero degli operatori ecologici

    Pubblicato il 21 01 2018

    Niente raccolta dei rifiuti a Porto Empedocle per il secondo giorno di fila: non c’è stata la fumata bianca dopo l’incontro - avvenuto nella mattinata di ieri - tra il primo cittadino Ida Carmina e i lavoratori che protestano per il ritardo nel pagamento degli stipendi. Secondo giorno di sciope..

    Continua a Leggere

  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361