Tre medaglie per Parolino: “Fare solo lancio del giavellotto non mi basta...

Tre medaglie per Parolino: “Fare solo lancio del giavellotto non mi basta più”

0
SHARE
Giusi Parolino

Irrefrenabile. Questo è l’attributo che circola nell’aria tra le bocche dei colleghi e dei tifosi negli spalti dello stadio di Atletica Leggera “Tino Pregadio” di Enna mentre l’agrigentina Giusi Parolino si china per ricevere al collo l’ennesima medaglia dalla lega dorata.

La campionessa italiana di Lancio del Giavellotto è una furia in questa stagione, decisa a conquistare ogni titolo ancora in circolo. Dopo essersi imposta lo scorso 12 settembre tra le posizioni più alte nella graduatoria Italiana del Pentathlon Lanci, stupisce lo scorso fine settimana, con la conquista in due giornate, di tre medaglie d’oro ottenute nel Lancio del Disco, Getto del Peso e nel suo grande amore, il Lancio del Giavellotto, come simpaticamente ama definirlo.

“Dopo la sfida del Pentathlon Lanci, fare solo Lancio del Giavellotto, non mi basta più” – scherza Giusi – riferendosi ormai alla sua innegabile e  comprovata capacità multitasking. “Voglio ancora spingermi un passo oltre e vedere fin dove posso arrivare, il mio trainer Emanuele Serafin dice che posso ancora accelerare” – continua riferendosi al suo allenamento sempre più diversificato. E non tarda ad arrivare il prossimo possibile traguardo, è imminente, infatti, la sua partenza per un impegno nazionale: il prossimo 10 ottobre è in campo a Pistoia per la fase nazionale del Pentathlon a squadre insieme alle due colleghe catanesi Santa Sapienza e Irene Messina.

Ma non è la sola in questo fine settimana ad essere felice per gli obiettivi raggiunti, altri due atleti agrigentini si sono distinti nella categoria master nelle stesse gare, Calogero Scordino con il lancio del martello, il peso e il disco e Salvatore Stuppia vincitore con il disco, il peso e il giavellotto.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *