Tutto su munnizza, discariche e acqua ad Agrigento: parola di prefetto, procuratore...

Tutto su munnizza, discariche e acqua ad Agrigento: parola di prefetto, procuratore e questore

0
SHARE
Grandangolo 16 del 25 aprile 2015.sito

Grandangolo – il giornale di Agrigento – diretto da Franco Castaldo, nell’edizione 16 in edicola domattina, affronta con estrema incisività con una pagina intera e l’articolo di apertura i temi più controversi degli ultimi tempi. E’ possibile, adesso, dopo le audizioni di prefetto, questore e procuratore della Repubblica di Agrigento, conoscere con esattezza lo stato dell’arte, soprattutto giudiziario e certificazioni antimafia, riguardante le dannate vicende di spazzatura e rifiuti in provincia di Agrigento.

Da più parti, recentemente, si sono levate le voci scandalizzate di quanti non vedono di buon occhio la gestione privata dell’acqua ad opera di Girgenti acque, della raccolta e della distruzione dei rifiuti ad opera del consorzio di imprese capeggiato da Iseda srl (raccolta) e dalla Catanzaro costruzioni (discarica). Adesso è possibile mettere un punto fermo a tutto grazie alle testimonianze rese alla Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati presieduta da Alessandro Bratti  che è venuta in Sicilia nel marzo scorso nell’ambito delle sue prerogative di indagine.

Hanno reso dichiarazioni audio-registrate il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, il questore, Mario Finocchiaro, il procuratore aggiunto della Repubblica, Ignazio Fonzo, appositamente delegato dal procuratore capo, Renato Di Natale come i sostituti Brunella Sardoni e Antonella Pandolfi (titolari delle indagini su acqua e rifiuti).

Il quadro che emerge è significativo: Procura, Prefettura e Questura hanno indagato e stanno indagando (una parte dell’audizione del procuratore Fonzo è stata secretata e si fa riferimento a chiare lettere ad un “assumificio” per conto di Girgenti acque), nell’ambito delle rispettive competenze, sia sul versante rifiuti, discariche e raccolta, che su quello della gestione del servizio idrico reso ad oltre mezza provincia di Agrigento.

Il giornale come di consueto si occupa di politica, specie comunale in vista delle imminenti elezioni amministrative, di Akragas, ad un punto della realizzazione di un sogno (la LegaPro), di mafia e antimafia oltre che a sciorinare i consueti articoli, tutti da leggere, di Attila, Conte di Montecristo, Girolamo Savanarola.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *