Uova senza tracciabilità sequestrate e tolte dal mercato

Uova senza tracciabilità sequestrate e tolte dal mercato

0
SHARE

Una partita di uova senza il marchio della tracciabilità tolte dal mercato. Sono 800 le uova “sospette” sequestrate ieri mattina al mercatino del sabato di Pian del Lago dagli investigatori del Nucleo Ambiente e Sanità della Procura di Caltanissetta insieme al Corpo forestale dello Stato e agli ispettori dell’Azienda sanitaria provinciale. Merce destinata alla vendita da un ambulante di Agira, nell’Ennese, che non ha saputo fornire nessuna documentazione sulla provenienza delle uova destinate alla commercializzazione, mentre soltanto una minima parte degli alimenti era provvista del codice identificativo.
Inoltre, l’aliquota giudiziaria contro i reati ambientali ha sequestrato al commerciante il furgone Fiat Doblò usato per trasportare le uova, che sono state affidate in custodia giudiziale all’ambulante il quale è stato denunciato per i reati di frode nell’esercizio del commercio e vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine. Il sequestro delle 800 uova non appare casuale e segue quello dei mesi scorsi, quando il pool investigativo Ambiente e Sanità tolse dal mercato una maxi partita di 20mila uova custodite in un deposito di Caltanissetta e indagò quattro persone per la dubbia provenienza delle uova sprovviste della obbligatoria certificazione di tracciabilità. Una inchiesta ancora in itinere e che si sta allargando a tutta la Sicilia e che a breve potrebbe riservare clamorosi sviluppi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *