Usura padre e figlio arrestati dalla Guardia di finanza (vd)

Redazione

Cronaca

Usura padre e figlio arrestati dalla Guardia di finanza (vd)

di Redazione
Pubblicato il Ott 3, 2017
Usura padre e figlio arrestati dalla Guardia di finanza (vd)

Due persone, padre e figlio, Salvatore Pietro Sterrantino, 61 anni, e il figlio Giuseppe Alessandro di 37 anni, sono state arrestate a Giardini Naxos dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza della Città dello Stretto con l’accusa di aver dato denaro ad usura ad imprenditori locali in difficoltà economiche, ai quali in maniera continuativa avrebbero dal 2014 al 2016 elargito finanziamenti a tassi usurai per 165.000 euro.

Ai due sono stati inoltre sequestrati beni mobili ed immobili e denaro in conti correnti bancari per oltre 300.000 euro. Le Fiamme Gialle hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Messina Daniela Urbani al termine di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina.
Il padre, che era ai domiciliari per una vecchia condanna patita quando era consigliere comunale Pdl e intascato una tangente da 2000 euro per agevolare i lavori di sistemazione del cimitero, è stato rinchiuso in carcere; il figlio è stato posto ai domiciliari. Secondo quanto accertato, il padre avrebbe incaricato il figlio di proseguire nell’attività di usura facendogli fissare appuntamenti ed incontrare le vittime e, talvolta, farle accompagnare in casa da lui.


Dal Web


  • Cronaca

    M5S, stasera i nomi dei candidati al Parlamento: chi corre in provincia di Agrigento

    Pubblicato il 21 01 2018

    Erano tre le preferenze che ciascun iscritto poteva esprimere nei confronti di un candidato. Un sistema sicuramente innovativo nel panorama democratico italiano che - però - ha presentato anche alcune problematiche “tecniche”: soprattutto nelle prime ore di mercoledì - primo giorno di votazion..

    Continua a Leggere

  • Cronaca

    Porto Empedocle, secondo giorno di sciopero degli operatori ecologici

    Pubblicato il 21 01 2018

    Niente raccolta dei rifiuti a Porto Empedocle per il secondo giorno di fila: non c’è stata la fumata bianca dopo l’incontro - avvenuto nella mattinata di ieri - tra il primo cittadino Ida Carmina e i lavoratori che protestano per il ritardo nel pagamento degli stipendi. Secondo giorno di sciope..

    Continua a Leggere

  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361