Voto di scambio, arresto deputati Ars: Dina e Clemente non rispondono alle...

Voto di scambio, arresto deputati Ars: Dina e Clemente non rispondono alle domande

0
SHARE
Nino Dina, Roberto Clemente e Franco Mineo

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i deputati regionali siciliani Nino Dina (Udc) e Roberto Clemente (Pid), arrestati due giorni fa con l’accusa di corruzione elettorale. I due politici hanno fatto scena muta davanti al gip Ettorina Contino. Non ha risposto al giudice neppure Giuseppe Bevilacqua, l’aspirante consigliere comunale finito in manette con la stessa accusa. Ha, invece, risposto alle domande del gip l’ex deputato regionale di Grande Sud Franco Mineo, anche lui finito ai domiciliari come tutti gli altri. Mineo, a quanto si apprende, ha confermato ai magistrati di avere promesso a Giuseppe Bevilacqua ”due incarichi politici all’interno del partito Grande Sud”. Anche il finanziere Leonardo Gambino avrebbe fatto ammissioni al gip. Il sottufficiale delle Fiamme Gialle è accusato di corruzione. Secondo i magistrati, in cambio di denaro, avrebbe dato a Bevilacqua notizie su indagini in corso. L’ultimo ad essere interrogato è proprio Leonardo Gambino che viene tuttora sentito dal gip Contino e dai pm che hanno coordinato l’inchiesta denominata ‘Agorà’.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *