Apertura

Scavalca recinzione caserma e aggredisce carabiniere, aggravata misura: 27enne in carcere

Il tribunale di Sorveglianza ha disposto l'aggravamento della misura cautelare, il giovane è stato portato in carcere

Pubblicato 2 settimane fa

Aggravamento della misura cautelare nei confronti di Calogero Troisi, il ventisettenne arrestato negli scorsi giorni per aver aggredito la moglie, scavalcato la recinzione della caserma di Naro e aggredito un carabiniere. Il tribunale di Sorveglianza, infatti, ha disposto la sostituzione della misura dell’affidamento in prova con quella della custodia cautelare in carcere. Lo ha stabilito il giudice Walter Carlisi. Nella giornata di ieri si era tenuta l’udienza di convalida dell’arresto con il tribunale che aveva applicato a carico del 27enne l’obbligo di firma.

Misura che è stata aggravata nelle ultime ore proprio per aver violato quella originaria. I fatti risalgono a due giorni fa. Troisi, secondo quanto ricostruito, avrebbe aggredito la moglie inseguendola fino alla caserma dove la donna si era rifugiato per denunciarlo. Il giovane ha così scavalcato la recinzione introducendosi nell’area militare e si sarebbe infine scagliato contro un carabiniere ferendolo. Il militare ha riportato traumi con una prognosi di quindici giorni. Adesso l’aggravamento della misura con conseguente trasferimento in carcere. L’indagato è difeso dagli avvocati Salvatore Manganelle ed Eliana Salvaggio. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *