Assenteismo al Comune di Palma di Montechiaro: in aula il racconto delle indagini

Redazione

Giudiziaria

Assenteismo al Comune di Palma di Montechiaro: in aula il racconto delle indagini

di Redazione
Pubblicato il Giu 11, 2019
Assenteismo al Comune di Palma di Montechiaro: in aula il racconto delle indagini

Si torna in aula nell’ambito del processo scaturito dall’inchiesta “Come Back Soon” – operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia di Licata – che vede sul banco degli imputati venti dipendenti del Comune di Palma di Montechiaro accusati di truffa. Secondo l’ipotesi accusatoria si sarebbero allontanati arbitrariamente dal posto di lavoro per sbrigare faccende personali.

 Questa mattina è ripreso il contro-esame, durato oltre due ore, di un brigadiere in servizio presso la stazione di Palma di Montechiaro che ha avuto un ruolo attivo nelle indagini. Il militare ha raccontato – rispondendo alle domande della difesa – l’origine dell’attività di indagine: “Nel 2014 siamo stati incaricati di controllare eventuali anomalie in atto al Comune di Palma di Montechiaro e, in particolare, verificare se i dipendenti comunali si assentassero durante le ore di lavoro. Dopo una prima fase abbiamo deciso, su richiesta dell’autorità giudiziaria, di istallare telecamere sul macchinario per timbrare il badge e sulle vie d’uscita del Comune”. 

Esame che è proseguito, sulla base delle domande del collegio difensivo formato tra gli altri dagli avvocati Santo Lucia, Francesco Scopelliti, Vincenzo Caponnetto, Liliana Azzarello,  sull’identificazione di ciascun dipendente, sul ruolo ricoperto e su eventuali ulteriori accertamenti eseguiti su di essi: dai permessi premio alle uscite di servizio passando anche ai metodi utilizzati per conteggiare l’eventuale danno erariale. 

Venti le persone che siedono sul banco degli imputati dopo il rinvio a giudizio disposto nell’estate scorsa dal Gup del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto. Il Comune di Palma di Montechiaro si è costituito parte civile. Il processo si celebra davanti la seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento presieduta dal giudice Wilma Angela Mazzara con a latere i giudici Fulvia Veneziano e Manfredi Coffari. L’accusa è sostenuta in aula dal pm Alessandra Russo. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04