Connect with us
Palermo

Carne senza tracciabilità, sequestrata oltre una tonnellata di prodotto

Multa salata al responsabile della struttura 

Pubblicato 4 settimane fa

Nell’ambito di servizi predisposti a livello nazionale dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute,finalizzato a tutela dei consumatori nel periodonatalizio ed alla verifica della corretta gestione inmateria di sicurezza ed igiene delle impreseproduttive di alimenti di origine animale, nellagiornata del 5 gennaio scorso, nel quartiere“Brancaccio-Ciaculli” del capoluogo siciliano, imilitari del N.a.s. di Palermo, coadiuvati dal personale del Dipartimento di Prevenzione Veterinaria della locale A.S.P. e con il supporto dei Carabinieri della Compagnia di Palermo-Piazza Verdi, hanno sottoposto a sequestroamministrativo Kg. 1.120 di carne, destinati alla commercializzazione senza che fosse stata attuata correttamente la tracciabilità dei prodotti carnei, in modo da garantire la sicurezza della filiera alimentare, con possibile rischio per la salute dei consumatori, anche in considerazione di alcuni episodi di intossicazione da Listeria, avvenuti nel recente autunno sul territorio nazionale.

Questo ingente quantitativo di carne, privo di adeguate informazioni circa l’origine o gli eventuali trattamenti subiti, erano stoccate presso uno stabilimento di lavorazione e commercio all’ingrosso di carni, verosimilmente destinatoall’approvvigionamento di negozi e ristorantidell’area urbana e della provincia palermitana.

Al termine del controllo sono state comminate al responsabile della struttura sanzioni amministrative per complessivi 11.500 euro ed altresì, i Carabinieri del N.a.s. ed il personale dell’A.S.P., hanno proceduto alla chiusura del suddetto stabilimento, che non risultava in possesso della documentazione attestante il riconoscimento da parte della Comunità Europea, come prescritto dalle vigenti normative.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14:32
13:57 - Morte Marrali, il sindaco Galanti: “la città perde un uomo straordinario” +++12:22 - “La commemorazione di stam…”: l’audio di Messina Denaro contro giudice Falcone +++10:59 - Titolare di un bar legato e rapinato insieme alla madre: caccia ai ladri +++10:45 - “La commemorazione di stam…”: l’audio di Messina Denaro contro giudice Falcone  +++10:35 - Latitanza MDM e borghesia mafiosa: le piste agrigentine +++10:08 - La Scala dei Turchi nel video “L’Addio” di Coma_Cose +++09:49 - Ravanusa, resta ancora in gravi condizioni il tunisino colpito da fucilate +++09:40 - Canicattì, 36enne denuncia per maltrattamenti marito violento  +++09:30 - Licata, mette in vendita oggetto su internet ma gli vengono sottratti 800 euro  +++09:20 - Canicattì, furti di auto e moto: indagano le forze dell’ordine +++
13:57 - Morte Marrali, il sindaco Galanti: “la città perde un uomo straordinario” +++12:22 - “La commemorazione di stam…”: l’audio di Messina Denaro contro giudice Falcone +++10:59 - Titolare di un bar legato e rapinato insieme alla madre: caccia ai ladri +++10:45 - “La commemorazione di stam…”: l’audio di Messina Denaro contro giudice Falcone  +++10:35 - Latitanza MDM e borghesia mafiosa: le piste agrigentine +++10:08 - La Scala dei Turchi nel video “L’Addio” di Coma_Cose +++09:49 - Ravanusa, resta ancora in gravi condizioni il tunisino colpito da fucilate +++09:40 - Canicattì, 36enne denuncia per maltrattamenti marito violento  +++09:30 - Licata, mette in vendita oggetto su internet ma gli vengono sottratti 800 euro  +++09:20 - Canicattì, furti di auto e moto: indagano le forze dell’ordine +++